menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Babbo Natale arriva nella casa di riposo

Babbo Natale e i volontari del gruppo Fratres MonteCivi e della Misericordia di Monte San Savino e Civitella insieme al sindaco Ginetta Menchetti per portare un sorriso agli ospiti e al personale in servizio al Centro diurno “La Querce” e alla Rsa “Becattini” di Pieve al Toppo

Babbo Natale e i volontari del gruppo Fratres MonteCivi e della Misericordia di Monte San Savino e Civitella insieme al sindaco Ginetta Menchetti per portare un sorriso agli ospiti e al personale in servizio al Centro diurno “La Querce” e alla Rsa “Becattini” di Pieve al Toppo. Dopo la raccolta alimentare a favore dei nuclei in difficoltà di Civitella promossa ai primi di dicembre, prosegue anche nel periodo natalizio la collaborazione fra le due associazioni e l'Amministrazione comunale impegnate a portare avanti progetti di solidarietà.

Il Centro Diurno, che accoglie anziani totalmente o parzialmente autosufficienti, è un ambiente di vita, di relazione, di animazione e di incontro che costituisce un servizio di notevole utilità sociale consentendo alle famiglie di usufruire, per i propri anziani, di un servizio che offre la possibilità di trascorrere una giornata serena in un luogo protetto e vitale. Sono garantiti dalla struttura i servizi mensa e trasporto. Prevedendo il rientro giornaliero nelle proprie abitazioni, la permanenza al suo interno, inoltre, viene facilmente accettata permettendo lo sviluppo di azioni realizzate in collaborazione con le persone ospitate attuando un percorso virtuoso di valorizzazione delle energie di ciascuna di loro.

La nuova Rsa, disposta su due piani, è costituita da dodici camere con due letti. Ogni camera è dotata di aria condizionata, Tv e bagno privato con servizio di chiamata e telefono cordless. Alcune camere al piano primo dispongono di ampi terrazzi. Al piano terra è stata individuata la zona pranzo e riposo in un’ampia sala luminosa con grandi finestroni alcuni dei quali permettono agli ospiti di accedere in una piacevole zona del portico, protetta con una struttura in vetro, prospiciente al giardino.

La visita speciale nelle due strutture è stata un’occasione diversa per portare doni e farsi gli auguri in piena atmosfera natalizia regalando momenti di festa e serenità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento