rotate-mobile
Attualità San Giovanni Valdarno

Avv, lettera ai cittadini per realizzare insieme il Museo del vetro del Valdarno

L’associazione vetrai valdarnesi chiede aiuto ai residenti per raccogliere testimonianze e materiale storico sul vetro e il territorio e allestire un’esposizione temporanea nei locali dell’Ivv

Si è presentata pubblicamente venerdì 13 maggio alla Pieve di San Giovanni Battista l’Avv, associazione vetrai valdarnesi e amici del vetro nata con l’obiettivo di ricordare, tutelare, salvaguardare e tramandare il patrimonio racchiuso nell’antico mestiere dei vetrai del territorio. Un mestiere, legato alla storia, all’arte, alla cultura e al lavoro.

Tre i progetti che si impegna a portare avanti nel 2022: la raccolta di testimonianze e materiale storico su vetro e territorio, il varo di iniziative celebrative per l’Anno internazionale del vetro e l’avvio di un percorso per la realizzazione di un museo del vetro a San Giovanni Valdarno. Per questo è stata pubblicata on line e sui social una “lettera ai cittadini” per spiegare l’intenzione di allestire un’esposizione temporanea nei locali dell’Ivv, un primo passo per la realizzazione del futuro Museo del Vetro del Valdarno e richiedere il fondamentale aiuto dei residenti.

L’idea progetto prevede la valorizzazione di un’area industriale creando una mostra all’interno dei locali dove ancora oggi il vetro viene prodotto; la “fabbrica” diviene così luogo di conoscenza, di condivisione, di storia di persone e di cose, di segreti produttivi. Il percorso espositivo sarà incentrato sulla storia della produzione vetraia dall’antichità ai giorni nostri, con particolare attenzione alla cultura materiale degli oggetti e all’evoluzione delle tecniche.

“L’obiettivo  - spiega Avv nella lettera ai cittadini – è quello di coniugare memoria e progresso, confrontando produzioni antiche e moderne per ricercare le linee di continuità o di rottura negli usi funzionali, nei modelli e nei contesti sociali della produzione e dell’economia del territorio. La mostra vuole raccontare la scoperta e l’evoluzione delle tecniche della produzione del vetro a partire dall’antichità ma con la finalità di spiegare l’oggi e vuole essere il primo germe di un luogo di memoria collettiva, della trasformazione del territorio in conseguenza della sua attività produttiva”.

“Per dar vita a un museo partecipato, come è nelle finalità del progetto – continua ancora la missiva – è fondamentale l’avvio di una campagna di collaborazione con gli abitanti del Valdarno per la raccolta di oggetti, materiale documentario e testimonianze: per questo motivo viene lanciata una call per la raccolta di foto, documenti, ritagli di stampa e oggetti storici in vetro per l’allestimento dell’esposizione, così come viene richiesta la disponibilità a collaborare nella raccolta di testimonianze orali”.

I documenti e gli oggetti vengono richiesti in deposito temporaneo e saranno rilasciati appositi certificati di deposito.

“Fiduciosi nella volontà di partecipazione di tutti i cittadini a questa importante iniziativa – conclude la lettera –  vi preghiamo di contattarci alla mail: vetraivaldarnesi@gmail.com o al telefono del presidente Massimo Pellegrini 3409264927”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avv, lettera ai cittadini per realizzare insieme il Museo del vetro del Valdarno

ArezzoNotizie è in caricamento