rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Attualità Centro Storico / Via Ricasoli

Città del Natale. L'appello dei sindacati: "No ai bus in via Ricasoli, è pericoloso"

Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa hanno inviato due comunicazioni alle istituzioni cittadine e alle forze dell'ordine per richiedere la modifica al tragitto della Linea C che, anche nei giorni di festa, transita in pieno centro storico

"Sembra che i problemi riscontrati l’anno scorso durante la “Città del Natale” siano stati rimossi dalla memoria. Ma, visto che al volante ci siamo noi, ci corre l'obbligo di ricordarli". L'incipit è quello della lettera che i rappresentanti sindacali degli autisti aretini hanno scelto per la lettera indirizzata a prefetta, comandante provinciale dei carabinieri, questore, polizia municipale, sindaco e responsabile dell'ufficio mobilità del Comune di Arezzo. L'oggetto è la "linea C" ovvero quella che porta i bus a transitare lungo via Ricasoli, pienissimo centro storico nonché punto nevralgico del percorso della Città del Natale.

All'indomani dell'8 dicembre 2022 Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa lanciarono un accorato appello per chiedere una revisione dei percorsi urbani riguardanti l'area sopracitata. "Non possiamo fare lo slalom tra famiglie, passeggini e babbi Natale", dissero all'epoca. A distanza di un anno, ecco che la problematica si ripropone. In concomitanza con l'avvio della rassegna che, fino al 7 gennaio, vedrà un lungo susseguirsi di eventi tra piazza Grande, Prato, Fortezza oltre a strade e piazze limitrofe, ecco che il percorso dei bus della linea C resta invariato.

"L'anno scorso - ribadiscono i portavoce dei lavoratori - ci siamo trovati in forte difficoltà. Quest'anno si replica. Chi visita la Città del Natale è convinto di essere (giustamente) in un'isola pedonale dunque si comporta come se così fosse. Chiediamo alle forze dell'ordine e alle istituzioni di prevedere lo stop ai bus in via Ricasoli nei giorni festivi e prefestivi per motivi di ordine pubblico e sicurezza in quanto, condurre un mezzo tra migliaia di visitatori è estremamente pericoloso. Invitiamo inoltre i dirigenti comunali a rendersi conto di persona, magari a bordo dei nostri bus, dei rischi che corriamo inutilmente poiché molto spesso in quei giorni e in quel tratto stradale i pullman sono quasi sempre senza utenti".

A ragioni di sicurezza pubblica ci sarebbero poi da aggiungere anche "dettagli" riguardanti il rispetto del codice della strada. "Dobbiamo segnalare - continuano i sindacati - anche le infrazioni gravissime al codice della strada che saremmo costretti a effettuare se dovesse persistere l'insana idea di far transitare la linea C dal centro storico. All'inizio e a metà di viale Bruno Buozzi ci sono due transenne che ne vietano il transito, come ce n'è un'altra all'inizio di via Ricasoli. Queste due strade dunque sarebbero tutte da fare contro mano e, per quanto riguarda la prima, anche in curva. Auspichiamo quanto prima che venga presa la decisione di far transitare questa linea da via Tarlati e non mettere a repentaglio la patente degli autisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città del Natale. L'appello dei sindacati: "No ai bus in via Ricasoli, è pericoloso"

ArezzoNotizie è in caricamento