Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Auto in sosta vietata e fermate bus non adatte ai disabili. Dindalini: "Giusto l'appello dei sindacati"

Sono numerose le segnalazioni di auto parcheggiate nelle aree di sosta arancioni destinate agli autobus. Spesso negli orari di punta, di uscita delle scuole, un comportamento incivile di chi non si rende conto che così provoca situazioni di...

Sono numerose le segnalazioni di auto parcheggiate nelle aree di sosta arancioni destinate agli autobus. Spesso negli orari di punta, di uscita delle scuole, un comportamento incivile di chi non si rende conto che così provoca situazioni di pericolo per chi sale e scende dagli autobus e tra questi anche i disabili, che già di per sé hanno difficoltà di spostamento. Questo uno dei principali problemi che si somma a quello della mancanza di una serie di fermate adeguate alla salita e alla discesa di chi si muove in sedia a rotelle ad esempio, perché non all'altezza giusta per il posizionamento della pedana, sia automatica che manuale.

Proprio su questo tema alcuni giorni fa i sindacati unitari del tpl avevano lanciato un appello: "In occasione dei lavori di restyling di via Petrarca si adegui la fermata, in modo da dare il via ad una serie di lavori che possano rendere Arezzo la città di tutti."

"Condividiamo assolutamente questo tipo di appello, nei confronti delle istituzioni preposte ai lavori pubblici - commenta Massimiliano Dindalini presidente di Tiemme - Come azienda siamo attenti ai temi della mobilità garantita per tutti, tanto che recependo normative nazionali ed europee abbiamo approntato anche un sistema che permette a chi ne ha bisogno di poter prenotare con alcune ore di anticipo il trasporto su mezzi adeguati, un'opzione in più per facilitare il trasporto soprattutto di disabili."

E' la tecnologia che viene incontro ai diritti delle persone svantaggiate, così come la tecnologia permette di combattere il fenomeno dei portoghesi che non pagano il biglietto oppure la tecnologia che si appresta ad essere sperimentata a San Gimignano per permettere, soprattutto ai turisti di salire a bordo e di poter pagare con la propria carta di credito utilizzando semplicemente il contact less.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in sosta vietata e fermate bus non adatte ai disabili. Dindalini: "Giusto l'appello dei sindacati"

ArezzoNotizie è in caricamento