Auto aziendale in Toscana: quando conviene e perché

I criteri di scelta del parco auto aziendale. Il Centro Studi Auto Aziendali ha eseguito un sondaggio basato su un campione prendendo in esame una rappresentanza tra i gestori e i clienti che intendono acquistare delle auto per il loro parco...

AR AUTOSOLE

I criteri di scelta del parco auto aziendale. Il Centro Studi Auto Aziendali ha eseguito un sondaggio basato su un campione prendendo in esame una rappresentanza tra i gestori e i clienti che intendono acquistare delle auto per il loro parco aziendale, al fine di capire quali sono i criteri in base ai quali vengono scelte le vetture.

Un tempo, quando si parlava di auto aziendale, si faceva riferimento più al prestigio della stessa, che doveva in qualche modo riflettere l'immagine della società che rappresentava.

Oggi invece, stando a quanto emerso dalla suddetta indagine, la parola d'ordine è il "risparmio" e non solo sul costo delle singole auto vetture ma anche sulla manutenzione e sugli pneumatici.

Il prezzo quindi è la prima voce che incide sull'acquisto.

Un segno questo dei tempi, quelli dominati dalla crisi economica, che ha dato una spinta decisa verso la sostanza più che l'apparenza.

Le aziende quindi hanno effettuato tagli dove era possibile farlo, prolungando anche la vita stessa del parco auto, soprattutto nel triennio 2008-2010.

Ma se la durata delle auto è limitata, lentamente bisogna comunque aggiornare lo stesse vetture aziendali con delle scelte mirate.

In Toscana la situazione è la stessa, tanto che molti si chiedono in quali casi e perché conviene avere delle auto aziendali. Come risparmiare sull'assicurazione delle vetture aziendali

L'assicurazione delle auto aziendali è una delle voci che più pesa sul budget dedicato a questa voce, ed è per questo che molti tendono a tagliare anche sulla stessa, ma come si può fare per risparmiare?

Un esempio sicuramente efficace e veloce è il sito Facile.it che permette di assicurare la propria flotta aziendale è il modo sicuramente più semplice e meno dispendioso.

Il sito infatti permette di confrontare l'RC auto tra decine di compagnie assicurative.

I prezzi sono pari a quelli che si possono trovare direttamente sui siti o anche più bassi, in base al tipo di convenzione che è stato stipulato tra il portale e la compagnia assicurativa.

La scelta dell'assicurazione che riguarda le auto aziendali deve naturalmente rispecchiare le esigenze connesse ai rischi del tipo di attività.

Nessuna voce può essere quindi esclusa quando si parla di sicurezza e tutela degli utilizzatori o del singolo guidatore, come nel caso in cui sia il solo amministratore a usarla.

Il sistema di comparazione sarà disponibile a breve e in pochi secondi sarà possibile avere tutte le opzioni in base ai parametri inseriti.

A questo proposito è il caso di inserire informazioni veritiere nel form dove saranno richiesti tutti i dati per elaborare i preventivi, in modo da avere i prezzi finali reali.

E' possibile quindi richiedere un preventivo a ogni singola compagnia, in modo da poter scegliere non solo quella più conveniente ma anche quella che, a parità di costi, offre anche più servizi.

In base poi alle esigenze della stessa azienda o impresa, si potranno anche aggiungere delle opzioni dedicate offerte magari dalle stesse compagnie (per esempio il soccorso stradale incluso).

C'è anche la possibilità di scegliere assicurazioni commisurate al tipo di utilizzo delle vetture.

Se per esempio l'auto viene usata in poche occasioni, si può stipulare una polizza temporanea, mentre se l'uso è continuativo, verranno prese in considerazione le coperture per atti vandalici, o danni riconducibili a eventi atmosferici dannosi, fino alla Kasko.

Trovare quindi la tariffa più conveniente è possibile accedendo al portare di facile.it.

I pro e contro del parco auto aziendale

La stretta sul parco auto aziendale e sui costi della sua gestione è arrivata soprattutto dal 2011, quando le deduzioni sono scese al 27,5% (prima arrivavano al 40%). E' stato il DDL di Stabilità a inserire questa novità che ha portato molto aziende e non intestare più le auto con la Ragione Sociale, ma direttamente a chi ne è l'amministratore.

Questa "mossa strategica" ha avuto un ulteriore spinta dal fatto che bisogna informare l'Agenzia delle Entrate anche relativamente ai beni che sono in godimento alle aziende.

Nel quadro delle spese relative alle auto aziendali intervenire anche il costo delle trasferte, cioè quando il dipendente o amministratore svolge la sua attività lavorativa al di fuori del territorio comunale di pertinenza o, in generale, quando il luogo dove lavora è diverso da quello consueto.

Si fa riferimento quindi anche ai rimborsi dei chilometri percorsi, che vengono tuttavia pagati soltanto quando la trasferta avviene fuori dal territorio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
La deducibilità di tali spese è in relazione ai cavalli fiscali delle auto: al di sotto dei 17 per quelle alimentate a benzina e dei 20 per quelle a motore diesel).

I soggetti Ires, ai fine del pagamento dell'Irap, possono interamente dedurre il costo delle vetture che sono inerenti, mentre non sono deducibili i chilometri rimborsati per le vetture degli amministratori e neppure gli interessi passivi eventualmente maturati sui finanziamenti richiesti per l'acquisto delle stesse auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento