Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità Ponticino

Asl di nuovo a Ponticino. Il sindaco: "Poste Italiane invece non aprirà una sede provvisoria"

Poste Italiane, invece, non ha ancora accettato di approntare un ufficio provvisorio in attesa che il vecchio edificio venga ristrutturato

Simona Neri, sindaco Laterina Pergine Valdarno

Sono i tecnici del comune di Laterina Pergine Valdarno ad aver effettuato un nuovo sopralluogo presso la sala polivalente di Ponticino per definire le necessarie modifiche agli impianti al fine di adibire la struttura a distretto sanitario Asl temporaneo.

"Sentiamo l’esigenza - spiega il sindaco Simona Neridi ringraziare pubblicamnte la dottoressa Patrizia Castellucci che ha dimostrato fin da subito la volontà di istituire un distretto sanitario provvisorio a seguito della chiusura, per problemi strutturali, dell’edificio comunale di piazza Monnanni: ringrazio lei e tutto il suo staff della direzione Valdarno che, al pari dell’ammin istrazione comunale, ha messo a disposizione tutte le proprie professionalità per poter compensare il disagio che si è creato. Un disagio che colpisce soprattutto la popolazione anziana che ha maggiori difficoltà di spostamento". 

Gli uffici comunali stanno dando seguito alle indicazioni tecniche che la Asl ha richiesto per poter trasferire l’ufficio prelievi presso la sala polivalente di Ponticino fino al momento in cui non saranno terminati i lavori di messa in sicurezza della vecchia sede, la quale ospitava, insieme alla Asl, anche il comando dei carabinieri e le poste. E’ stato un percorso che ha coinvolto uffici comunali, tecnici specializzati ed uffici direzionali della Asl, impegnati insieme ad effettuare valutazioni burocratiche, sopralluoghi, a richiedere ed ottenere le certificazioni degli impianti ed a progettare l’adeguamento degli ambienti, garantendo la presenza dei requisiti necessari ad ospitare un servizio sanitario.

Poste Italiane, invece, nonostante svariati incontri e sopralluoghi su immobili privati e pubblici ed un'intensa corrispondenza, non ha ancora accettato di approntare un ufficio provvisorio in attesa che il vecchio edificio venga ristrutturato procedura per la quale, prima dell'assegnazione dell’incarico di progettazione, occorre l'approvazione del bilancio comunale 2020.

"Per l’amministrazione - prosegue il sindaco - questo intervento rappresenta l’assoluta priorità, pertanto con l’approvazione del bilancio, prevista per la seduta di consiglio comunale convocata lunedì 24 febbraio alle ore 18 presso il municipio di Laterina, verrà immediatamente incaricato un tecnico per la progettazione, mentre sono già stati stanziati 330.000 euro per la messa in sicurezza dell’edificio. Siamo molto delusi dalle risposte avute da Poste Italiane. Se la loro volontà era quella di non istituire un ufficio provvisorio a Ponticino, la stessa poteva essere esplicitata fin da subito, anziché alimentare false speranze. In realtà spesso ci siamo trovati di fronte interlocutori che non avevano potere decisionale rispetto ai vari temi trattati, con il risultato di aver inutilmente allungato l’interlocuzione tra amministrazione comunale e Poste Italiane. Detto ciò per amor di verità, vog liamo ribadire che non ci fermeremo di fronte ai dinieghi di Poste Italiane ed informiamo che abbiamo già richiesto formalmente un ulteriore incontro con la direzione provinciale, con il responsabile del patrimonio e con l’ufficio relazioni istituzionali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl di nuovo a Ponticino. Il sindaco: "Poste Italiane invece non aprirà una sede provvisoria"

ArezzoNotizie è in caricamento