Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Arrivati i 4 migranti della Diciotti. Vescovo e Caritas: "Arezzo è accogliente, non ci abbiamo pensato un minuto"

"Qui c'è un'antica tradizione di accoglienza e come Diocesi siamo affidabili". Il vescovo di Arezzo Riccardo Fontana racconta come "naturale" il passo mosso dalla Chiesa aretina, attraverso la Caritas, per ospitare alcuni dei migranti della nave...

migranti-diciotti-arezzo-caritas-6

"Qui c'è un'antica tradizione di accoglienza e come Diocesi siamo affidabili". Il vescovo di Arezzo Riccardo Fontana racconta come "naturale" il passo mosso dalla Chiesa aretina, attraverso la Caritas, per ospitare alcuni dei migranti della nave Diciotti sbarcati in Italia e accolti, in un primo momento, a Rocca di Papa.

Arezzo è stata rapidissima a raccogliere l'appello per l'ospitalità: la Caritas si è offerta dopo l'immediato via libera del presule e ieri sera i quattro ragazzi eritrei, tutti giovani tra i 20 e i 24 anni, sono arrivati nella sede di via Fonte Veneziana.

Sono figlio di gente di mare - ha detto il Fontana - e per me si accoglie sempre, poi si provvede come si può. Il diritto di approdo non si nega a nessuno e così fa la Chiesa aretina. Stiamo facendo quel che c'è scritto nel Vangelo: è normale che la Chiesa accolga.

Il direttore della Caritas monsignor Giuliano Francioli ha aggiunto: "Sono arrivati ieri sera e ora sono qui, in riposo. Come Chiesa siamo accoglienti nei confronti di tutti. Con i poveri della zona, con i profughi mandati dalla prefettura. Accogliamo chi ha bisogno".

I quattro migranti della Diciotti rimarranno, almeno per il momento, ad Arezzo. Nelle prossime settimane potrebbero essere trasferiti altrove nella provincia.

Noi - puntualizza il vice direttore Caritas Andrea Dalla Verde - li seguiremo e li accompagneremo nei loro percorsi. Ieri, dopo la disponibilità del vescovo, io e un collega siamo andati a Rocca di Papa per portarli in città. Come li abbiamo trovati? In buona salute, ma stanchi e psicologicamente fragili: hanno dei percorsi di vita drammatici. Hanno sofferto nei loro paesi di origine, ma anche in Libia e nell'attraversamento del Mediterraneo. Ci sono ancora un po' di problemi di comunicazione, nei prossimi giorni ci racconteranno le loro storie nel dettaglio.

In copertina il direttore della Caritas con uno degli ospiti della struttura di via Fonte Veneziana

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivati i 4 migranti della Diciotti. Vescovo e Caritas: "Arezzo è accogliente, non ci abbiamo pensato un minuto"

ArezzoNotizie è in caricamento