Arezzo Notizie Motori - Pick up veicoli di tendenza ma non solo...

L’avevamo detto, i pick up fanno tendenza, sono veicoli cool che, oltre che belli e pratici, fanno discutere, complice una legislazione italica non proprio favorevole e in parte controversa, circa la loro immatricolazione o come autovetture o come...

pickup

L’avevamo detto, i pick up fanno tendenza, sono veicoli cool che, oltre che belli e pratici, fanno discutere, complice una legislazione italica non proprio favorevole e in parte controversa, circa la loro immatricolazione o come autovetture o come autocarri. La normativa di settore è infatti particolarmente complessa e sarebbe bene che il legislatore vi ponesse rimedio, aggiornandola alla nuova realtà del mercato, e uniformandola a quanto previsto negli altri Stati dell’Unione. Ecco dunque che è arrivata in redazione la giusta puntualizzazione di Isuzu Italia, affidata a Selena Borin responsabile marketing della casa automobilistica, con la quale è stato riferito che, relativamente all’articolo apparso su Arezzo Notizie qualche giorno fa, si rende opportuno precisare che " purtroppo il nostro Isuzu D-Max non è più immatricolabile come autovettura".

Fino alla versione precedente avevamo a listino la possibilità di scegliere se immatricolare uno dei nostri mezzi come autocarro oppure come autovettura, in ogni caso sempre con mezzo nuovo e non in modalità cambio d’uso; con le versioni Euro 6 invece questa opzione non è più selezionabile. Pertanto i nostri Pick-Up sono immatricolabili solo come autocarro”.

Ne prendiamo atto e ringraziamo Isuzu Italia per la tempestiva e gradita precisazione. Ci fa piacere infatti, che la rubrica Arezzo Notizie Motori sia letta anche oltre i confini aretini.

A seguito della discussione che si è aperta dopo gli articoli pubblicati in tema di pick up, si propongono di seguito alcuni temi particolarmente dibattuti. È vero che i pick up non possono essere acquistati da privati?

No, non è vero. Non esiste alcuna legge che impedisca ai privati l’acquisto di un pick-up.

È vero che i pick-up non possono essere guidati nel fine settimana?

No, non è vero. Non c’è alcuna norma del Codice della strada che vieti l’utilizzo e la circolazione di un pick-up nel fine settimana o nei giorni festivi. E’ bene tuttavia precisare che potrebbe configurarsi una violazione ai fini fiscali, ma non del codice della strada, nel caso in cui il pick-up di proprietà di un soggetto IVA, sia utilizzato in maniera difforme rispetto al regime fiscale previsto dal soggetto stesso per quel veicolo.

È vero che i pick-up possono essere guidati solo da dipendenti di aziende/imprese/titolari di partita Iva?

No, non è vero. Gli autocarri di massa complessiva fino a 3,5 tonnellate (categoria internazionale N1) possono essere guidati da chiunque sia in possesso di patente di categoria B o superiore in corso di validità.

È vero che i pick-up possono essere omologati e immatricolati solo come autocarri?

No, non è vero. I pick-up possono essere immatricolati sia come autocarri, sia come autovetture. Dipende dalle scelte fatte a monte da parte dei rispettivi costruttori se destinati ad essere impiegati solo come autocarri, in quanto veicoli utilizzati tipicamente per il lavoro o anche come autovetture e dunque anche per il tempo libero. Nel vasto parco circolante dei pick up nuovi in produzione, ve ne sono per tutti i gusti.

È vero che sui pick-up non possono essere trasportate persone in cabina?

No, non è vero. Anche nel caso in cui il pick-up sia immatricolato come autocarro (categoria internazionale N1) il codice della strada ammette il trasporto in cabina di persone, purché addette all’uso e alla movimentazione delle cose trasportate (carico/scarico delle stesse).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
È vero che i pick-up pagano meno tasse e imposte?

Se il pick-up è immatricolato come autocarro, la tassa automobilistica, il cosiddetto bollo, viene calcolato in base alla portata e non in base alla potenza, ed è di importo sensibilmente inferiore rispetto ad una autovettura di pari potenza. Se il veicolo è di proprietà di un soggetto IVA (artigiano, impresa, professionista ecc.) possono esservi ulteriori benefici fiscali in termini di deducibilità delle spese e di detraibilità dell’IVA.

Siamo tuttavia certi che, nonostante le precisazioni, la discussione sul tema è solo all’inizio. Buona guida a tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento