rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Il pienone / Centro Storico

Arezzo travolta dai visitatori: muro di folla e parcheggi esauriti per Città del Natale e Fiera

La concomitanza degli eventi ha provocato il sold out della città e ha messo a dura prova il sistema viario e dei parcheggi. Oggi il camper per vaccinarsi al Prato

Ci sono le guide turistiche in fila al pozzo di Tofano e davanti alla casa del Petrarca, attendono che il gruppo precedente abbia finito, per non sovrapporre le voci. Ci sono le file interminabili alle attrazioni e ai bagni. Alzando lo sguardo verso la parte alta di Corso Italia l'impressione è quella di un muro. E' la folla della Città del Natale nel terzo weekend, quello che ha coinciso con un'edizione della Fiera Antiquaria che è stata ridisegnata nel suo percorso visto che non era possibile farla convivere con le baite dei mercatini tirolesi in Piazza Grande. 

Nonostante il tempo poco clemente, momenti di pioggia e freddo decisamente più pungente dei giorni scorsi, Arezzo è stata invasa dai visitatori, ancora di più degli scorsi fine settimana che già sembravano da tutto esaurito.

Piene fino all'orlo le strutture ricettive di ogni genere, sia in città che nell'immediata periferi, pieni i parcheggi, anche quelli più snobbati dagli aretini come il Baldaccio. Intasate le strade intorno alla cinta muraria con i più grandi disagi che si verificano sempre in quelle vie che formano un imbuto da cui gli automobilisti sono rimasti incastrati, come via Porta Buja dove il Parcheggio Cadorna ha avuto le luci rosse accese dei tutto esaurito fin dalla prima parte della mattinata e poi dall'altro lato via Pietro Aretino. Anche qui lunghe code di auto in perenne attesa di un posto che non c'era e la difficoltà di uscire poi da quella strada.

A denotare un particolare afflusso di turisti ad Arezzo la distesa bianca nei parcheggi invasi dai camper. Il presidente della fondazione Intour Simone Chierici lo aveva già raccontato: "Ci sono tantissime richieste di camperisti per venire alla Città del Natale". E così è stato, il parcheggio Tarlati a nord della città non è bastato, i mezzi sono stati parcheggiati nell'area di sosta della piscina agli Archi, lungo la strada e a volte anche nei campi. 

La via che dal cimitero porta al parcheggio Pietri sotto le scale mobili ha vissuto una giornata di traffico molto intenso, di code infinite, di turisti in cerca di un posto auto. Nel primo pomeriggio anche un piccolo incidente stradale ha complicato la situazione.

E oggi, domenica 5 dicembre, si replica, con la presenza del camper vaccinale della Misericordia di Arezzo al Prato. E chissà che anche lì non ci sia la fila.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo travolta dai visitatori: muro di folla e parcheggi esauriti per Città del Natale e Fiera

ArezzoNotizie è in caricamento