Attualità

Appalti ferroviari, è sciopero generale. In Toscana 50 posti a rischio

In Toscana sono coinvolti  circa 700 lavoratori di cui circa 60 già oggetto di ammortizzatori sociali, ormai terminati dal settembre scorso

Appalti ferroviari: nuovo sciopero. Lo stop è stato indetto da FILT/FIT/UILT/UGL-AF/ORSA/FAST per l’intera giornata di domani 26 ottobre: a rischio 50 posti di lavoro in Toscana.

"Da anni gli appalti ferroviari sono soggetti a continue gare aggiudicate con forti ribassi che stanno mettendo in grossa crisi il settore arrivando fino ad assegnazioni che non considerando neanche il costo del lavoro". La Uil Trasport Toscana commenta così un'intera giornata di agitazione.

In Toscana sono coinvolti  circa 700 lavoratori di cui circa 60 già oggetto di ammortizzatori sociali, ormai terminati dal settembre scorso.

"l continui spacchettamenti dei lotti messi a gara, non permettono sinergia occupazionali aumentando i costi e creando esuberi".

Come UilTrasporti Toscana stiamo insistentemente chiedendo un confronto con la committenza (tutte le varie società tutte del Gruppo Fs) per cercare soluzioni . Ad oggi purtroppo non abbiamo ricevuto nessuna convocazione. Ricordiamo che questi lavoratori svolgono importanti lavorazioni che influiscono sensibilmente sulla qualità del servizio offerto, come: pulizie treni, ristorazione a bordo treno, decoro delle stazioni e servizio supporto alla manutenzione ferroviaria. E’ importante dare dignità e sicurezza ai lavoratori di questo settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti ferroviari, è sciopero generale. In Toscana 50 posti a rischio

ArezzoNotizie è in caricamento