Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Consegne a domicilio per supermercati e macellai, ok asporto per bar e fornai. Le aperture (e chiusure) di Pasqua in Toscana

Tutte le informazioni utili riguardanti l'ordinanza n° 42 del 2 aprile 2021 e firmata dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani

Serrande abbassate nei giorni di Pasqua e Pasquetta per i negozi, supermercati e tabaccai. Una stretta ulteriore quella data dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che si somma alle restrizioni già attive date dalla zona rossa e che avrebbe preso in contropiede la grande distribuzione che, contrariamente a quanto disposto, si stava preparando a mantenere attivo il servizio. A rimanere aperte domenica 4 e lunedì 5 aprile saranno edicole, rivendite di giornali, farmacie e parafarmacie mentre i negozi di generi alimentari e di prima necessità potranno solo raccogliere ordini online o telefonici e consegnare i prodotti al domicilio del cliente. Sarà vietato farlo presso l’esercizio commerciale. Bar, pasticcierie, panifici e ristoranti potranno restare aperti per assicurare l'asporto e il domicilio, come previsto dalle disposizioni nazionali. Serrande sù per i mercati all’aperto, di generi alimentari e di fiori. Ma attenzione: le botteghe di alimentari così come le macellerie potranno solo consegnare a domicilio con prenotazione online o telefonica. Un indirizzo che ha trovato la contrarietà delle associazioni dei commercianti che hanno da subito fatto notare come l'ulteriore stretta sia un danno all'economia. Positiva la reazione dei sindacati di categoria che invece hanno ribadito la necessità di applicare le stesse direttive anche in occasione del 25 aprile e del 1° maggio.

L'assessore regionale alle attività produttive Leonardo Marras ha fatto sapere come "tra le attività che dovranno restare chiuse, con la sola possibilità di consegna a domicilio di generi alimentari e beni di prima necessità, sono citate le diverse tipologie di esercizi commerciali, ovvero: gli esercizi di vicinato, le medie e grandi strutture di vendita; i centri commerciali. Per questo, le attività artigianali e i pubblici esercizi, come panifici, ristoranti, pasticcerie, bar, rosticcerie, gelaterie, pasta fresca, non essendo ricomprese tra quelle sottoposte a chiusura, potranno continuare, anche nei giorni 4 e 5 aprile, a esercitare l’attività come regolato dalla zona rossa nazionale e cioè, facendo sia l’asporto che la consegna a domicilio negli orari consentiti". Un indirizzo assunto, come spiegano dalla Regione, in conseguenza al numero ancora consistente di contagi e nuovi positivi presenti in Toscana e che "va visto nell’ottica del massimo rigore che consenta di vivere le festività con grande equilibrio".

Le faq della Regione Toscana

Una rosticceria può fare l'asporto nei giorni di Pasqua e Pasquetta? Sì. I ristoranti, i bar, i pub, le rosticcerie, le pasticcerie, i negozi di pasta fresca, le gelaterie, le pizzerie, i panifici, ecc. continuano ad esercitare la loro attività con le regole della zona rossa e quindi possono fare sia l’asporto che la consegna a domicilio negli orari consentiti.

Una macelleria può fare l'asporto nei giorni di Pasqua e Pasquetta? No. I negozi di vicinato, le medie e le grandi strutture di vendita nonché i centri commerciali nei giorni di Pasqua e  Pasquetta possono fare solo la consegna a domicilio dei generi alimentari e dei beni di prima necessità.   

Nei giorni di Pasqua e Pasquetta posso andare a fare la spesa al supermercato? No. Le medie e le grandi strutture di vendita nonché i centri commerciali possono fare solo la consegna a domicilio dei generi alimentari e dei beni di prima necessità.   

Nei giorni di Pasqua e Pasquetta i mercati di generi alimentari, piante e fiori si possono svolgere? Sì. l'ordinanza riguardo solo il commercio in sede fissa e non il commercio ambulante.

QUI il testo completo dell'ordinanza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegne a domicilio per supermercati e macellai, ok asporto per bar e fornai. Le aperture (e chiusure) di Pasqua in Toscana

ArezzoNotizie è in caricamento