Attualità

Antiquaria tra vintage, icone degli anni '50 e arazzi giganti. Comanducci: "Così vi raccontiamo la Fiera"

Il sole c'è. I banchi pure e, da questa mattina, c'è anche un lungo arazzo che percorre il fianco di uno dei lati della torre di Palazzo Cavallo. La Fiera Antiquaria è tornata in città per l'edizione di luglio. Nel weekend appena cominciato ecco...

arazzo-comune

Il sole c'è. I banchi pure e, da questa mattina, c'è anche un lungo arazzo che percorre il fianco di uno dei lati della torre di Palazzo Cavallo.
La Fiera Antiquaria è tornata in città per l'edizione di luglio.
Nel weekend appena cominciato ecco un ricco ed articolato calendario di eventi dedicati ad una della manifestazioni simbolo della città.

Quasi 300 banchi da questa mattina animano il centro storico proponendo oggetti d'arte, mobili, gioielli, libri e stampe antiche, strumenti scientifici e musicali e ogni tipo di collezionismo compreso modernariato, vintage e artigianato di qualità.

Taglio del nastro anche per iCons, la mostra che che dal 30 giugno al 19 agosto sarà ospitata all'interno del Palazzo di Fraternita. Un percorso tra design, tecnologia e ricordi per ripercorrere la storia degli ultimi 50 anni, attraverso oggetti "iconici", che hanno segnato un'epoca. La mostra, realizzata dalla Fondazione Arezzo Intour con il Comune di Arezzo, e curata dall'architetto Roberta Galantino con la collaborazione del designer Giacomo Semboloni. L'iniziativa,racconta ai visitatori anche la storia della Fiera con pareti interattive e monitor touch dove visualizzare foto, immagini e documenti inediti della manifestazione.

Tra gli eventi attrattivi di questa mattina c'è stato l'installazione di #Arazzo.
Un'opera artistica che raccoglie manufatti artigianali nata da un'idea dalla restauratrice tessile Laura Folli e viene realizzata dalla Cna di Arezzo in collaborazione con l'amministrazione comunale grazie al contributo di oltre 40 realtà italiane che hanno risposto ad un appello lanciato sui social, fornendo creazioni in tessuto, lana, pelle o altro materiale di recupero perché venissero unite a dar vita ad un enorme arazzo. Dalla Valle d'Aosta, alla Sicilia sono arrivate le tessere che hanno composto questa istallazione che fino al prossimo 4 agosto racconterà di come artigianato artistico e arte siano da sempre due anime importanti della Fiera stessa.


"Artigianato artistico e arte si fondono in questo nuovo progetto che celebra i 50 anni della Fiera Antiquaria e che nasce da un lavoro collettivo originale e importante - commenta Marcello Comanducci assessore e presidente della Fondazione Intour - Un modo insolito per raccontare la Fiera stessa che all'arte e all'artigianato artistico offre da sempre una vetrina unica e spettacolare".


"Un omaggio ad una Fiera che non ha eguali in Italia - dichiara Laura Folli - un regalo colorato, esagerato, ingombrante ma unico nel suo genere, nello stile folle della Staffetta, affiancato da un grande partner quale CNA e dal Comune di Arezzo che lo ha inserito a pieno titolo nel calendario dei festeggiamenti dei 50 anni. Abbiamo chiesto tramite i canali social ad appassionati, artisti, associazioni e aziende del settore, di regalarci un pezzetto della propria capacità, purché di materia tessile: maglia, uncinetto, feltro, pittura o stampa su stoffa, tessitura, xilografia, patchwork, intrecci di pelletteria, batik e molto altro. E a dimostrazione che la Fiera Antiquaria sta a cuore non solo agli aretini, sono arrivati manufatti da varie parti d'Italia: Valle d'Aosta, Sardegna, Emilia Romagna, Sicilia, Campania, Veneto, Piemonte, Calabria... ".



"Per bellezza, imponenza e posizione, la Torre comunale è subito sembrata la collocazione ottimale per #ARazzo - commenta Luca Alfreducci presidente Cna Area Aretina - L'idea guida è quella della condivisione di un progetto che unisce passione artigianale, cultura, tradizione e turismo. Un simbolo nella parte alta della città perché tutti possano vedere, oltre l'oggetto, lo spirito comune che ha permesso di realizzarlo, lo stesso spirito che anima da 50 anni la Fiera Antiquaria. Progetti come questo puntano alla valorizzazione delle bellezze del territorio, alla creatività delle produzioni artigianali, alla celebrazione di manifestazioni di qualità radicate nella nostra memoria collettiva. Quando si attivano reti di collaborazione efficaci tra associazioni ed istituzioni, la città dà il meglio di sè ed esprime tutte le sue potenzialità".


Per un #ARazzo scenografico, un'istallazione spettacolare a cura di EdiliziAcrobatica, prima azienda ad avere introdotto in Italia una tecnica innovativa e di grande impatto visivo mutuata dall'alpinismo senza l'uso di ponteggi. L'utilizzo delle doppie funi infatti consente ai tecnici di operare in sicurezza, calandosi anche da grandi altezze per opere di riqualificazione e ripristino di palazzi e monumenti.


"Siamo stati felici di accogliere l'invito dedicato ad #ARazzo - ha commentato Riccardo Iovino, fondatore e CEO di EdiliziAcrobatica - il nostro know how ci permette interventi spettacolari come quelli che assicureremo a cittadini e turisti di Arezzo".


Ad installazione conclusa tutti a far festa col gelato artigianale: "Per l'occasione, dopo la torta con cui si sono aperti i festeggiamenti della Fiera Antiquaria - commenta Carlo Viti, portavoce del settore dolciario di Cna - ho creato il gelato #Arazzo dal gusto intenso tra innovazione e tradizione che offrirò ai partecipanti in compagnia del tradizionale carretto vintage del gelatiere di un tempo".


Tutti gli appuntamenti dell'Antiquaria di luglio e non solo


Dal 29 giugno al 1 luglio torna anche Arezzo Selezione Vintage con circa trenta espositori di abbigliamento ed accessori d'epoca, provenienti da tutta Italia. Saranno le sontuose sale del Teatro Vasariano ad accogliere la "Selezioni Vintage", una ricercata e accurata scelta di accessori d'epoca, abbigliamento vintage mentre le sale interne e il chiostro della Biblioteca ospiteranno invece il "VINTAGE FREE" dedicata a un target di pubblico più ampio. Gli spazi espositivi saranno arricchiti dalla preziosa collezione di borse di Roberta di Camerino (a partire dagli anni '20 in poi).

Sabato 30 giugno in Piazza San Francesco, dalle ore 11 alle ore 13 sarà protagonista il repertorio pop/folk di Kevin Koci. Dalle ore 15 alle ore 17 sarà invece Daniente a spaziare nel grande cantautorato italiano. Piazza Grande dalle ore 11 alle ore 13 accoglie il rock di Canale 52, mentre dalle ore 15 alle ore 17 il palcoscenico passerà alle atmosfere progressive di Freud's Statement Project. Musica classica in via Bicchieraia dove dalle ore 11 alle ore 13 si esibirà l'ensamble Flauti in Vacanza.

Domenica 1 luglio dalle ore 11 alle ore 13 in Piazza San Francesco arrivano gli Alabama & Cocaines mentre dalle ore 15 alle ore 17 suona Kevin Koci. In Piazza Grande dalle ore 11 alle ore 13 si esibiscono i Freud's Statement Project, mentre dalle ore 15 alle ore 17 sarà la volta dei Canale 52. E dalle ore 15 alle ore 17 in via Bicchieraia spazio al folk cantautoriale degli Alabama & Cocaines.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antiquaria tra vintage, icone degli anni '50 e arazzi giganti. Comanducci: "Così vi raccontiamo la Fiera"

ArezzoNotizie è in caricamento