Anghiari, taglio del nastro dopo i lavori di messa in sicurezza alla scuola media Da Vinci

Si è svolta questa mattina alle 11:30 l’inaugurazione della Scuola Media “Leonardo Da Vinci” di Anghiari, situata nel cuore del borgo antico in Via XXV Luglio. La cerimonia è iniziata con l’inno nazionale cantato dai tanti studenti presenti ed è...

taglio del nastro Scuola Media Leonardo da Vinci di Anghiari

Si è svolta questa mattina alle 11:30 l’inaugurazione della Scuola Media “Leonardo Da Vinci” di Anghiari, situata nel cuore del borgo antico in Via XXV Luglio. La cerimonia è iniziata con l’inno nazionale cantato dai tanti studenti presenti ed è poi proseguita con le parole di presentazione del sindaco di Anghiari Riccardo La Ferla, del dirigente dell’Istituto Statale Comprensivo Monica Cicalini, dell’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e con la benedizione del parroco di Anghiari Don Marco Salvi. Il taglio del nastro è stato effettuato dal sindaco di Anghiari Riccardo La Ferla all’ingresso principale della scuola davanti a un pubblico numeroso che poi ha avuto la possibilità di ammirare l’interno dell’edificio al termine dei lavori di messa in sicurezza e di ristrutturazione che sono stati recentemente completati e che hanno messo in ulteriore risalto la bellezza di uno dei palazzi più prestigiosi ed affascinanti di Anghiari. La Scuola Media “Leonardo Da Vinci” ha ritrovato la sua sede “storica” e riaprirà i battenti nel mese di settembre.

Il sindaco Riccardo La Ferla in quella che è stata l’ultima operazione ufficiale del suo mandato, ha espresso enorme soddisfazione per il completamento dei lavori e per l’inaugurazione. “Il progetto è stato avviato da questa amministrazione dopo il 2011. I lavori sono durati quindi all’incirca quattro anni e oggi siamo molto felici di aver portato a termine questo percorso. L’edificio è stato messo in sicurezza sotto il profilo sismico, ma anche abbellito ed ammodernato. La struttura ha conservato la sua storicità nella parte esterna, ma dentro è rinnovata, moderna e accessibile per tutti. Aver portato a compimento il lavoro ed avere messo in sicurezza la scuola è per noi motivo di soddisfazione e di orgoglio anche perché ora le scuole di Anghiari sono tutte moderne e sicure. La cosa più importante è aver ridato alla scuola la sua sede permettendo ai giovani di studiare in uno dei luoghi più belli del paese. Sono molto felice e anche a livello personale è un piacere chiudere i cinque anni del mandato con una giornata così. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato al progetto, dai tecnici del Comune alle varie ditte che si sono occupate degli interventi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcune notizie storiche sul Cassero - Antico palazzo-fortezza. L’imponente edificio sembra fosse l’originaria rocca che costituiva il primo nucleo del borgo medievale fortificato. Dopo che Anghiari entrò dal 1385 nell’influenza della Repubblica Fiorentina, la funzione difensiva del Cassero perse significato e alcuni secoli dopo fu adattato a monastero. Tracce della sua trasformazione in edificio conventuale si riscontrano nella attuale Sala Audiovisivi comunale, un tempo Oratorio del convento di S. Martino. Nella seconda parte del novecento l’edificio è diventato lo sede della Scuola Media Statale Leonardo da Vinci. Durante gli ultimi interventi di restauro sono inoltre affiorate importanti testimonianze sulle origini di Anghiari, facendo pensare a un popolamento etrusco della collina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento