Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Amici del Pionta: "Bene i controlli a Saione ma vengano estesi anche dentro il Parco"

Estendere i controlli anche all'interno del Colle del Pionta. E' questa la richiesta mossa dal comitato che negli scorsi mesi è sorto per cercare di tutelare e difendere il patrimonio presente all'interno del polmone verde cittadino. Un...

Estendere i controlli anche all'interno del Colle del Pionta.

E' questa la richiesta mossa dal comitato che negli scorsi mesi è sorto per cercare di tutelare e difendere il patrimonio presente all'interno del polmone verde cittadino. Un patrimonio, troppo spesso, lasciato in balia del degrado e della microcriminalità.

"Il comitato Amici del Pionta che ormai da mesi si adopera nell'intento di restituire ai fruitori del parco stesso quel diritto alla serenità infranto e oltraggiato da certi fenomeni ai margini della legalità - affermano - accoglie con sollievo la proposta di interventi e di maggiori controlli nelle zone circostanti. A tale proposito chiede, visto il profondo e stretto collegamento sia dal punto di vista logistico che di frequentazioni fra le zone di via Isonzo/Piave, Campo Marte e Saione, che lo stesso tipo di controlli venga esteso e rafforzato anche all'interno del colle del Pionta in particolar modo nel tardo pomeriggio e soprattutto nel vialetto alberato che si affaccia su via Masaccio (accanto alla scuola elementare). Quello stesso vialetto infatti è ormai diventato una sorta di zona 'occupata' da attraversare e non sempre con facilità. A questo proposito, infatti, ci sono stati anche segnalati comportamenti sgradevoli di 'apprezzamenti' pesanti e insistenti nei confronti di donne, sia da sole che accompagnate, le quali si sono trovate ad oltrepassare questa sorta di 'ammassamento' .

Per evitare altri episodi del genere, queste donne hanno preferito accedere al parco da altre entrate. Ebbene si tratta di un qualcosa di inaccettabile: non è possibile che l'accesso ad un parco venga 'presidiato' da personaggi poco rispettosi del luogo (come abbiamo già segnalato in precedenza) ma anche e soprattutto privi di rispetto nei confronti delle persone. Aggiungiamo anche che, vista la vicinanza con via Masaccio e il piccolo spiazzo interno che lo nasconde un po' alla vista dei più, questo accesso risulta essere anche ottimo per gestire "certi traffici" nonché prevenire l'arrivo di eventuali controlli sia provenienti dalla parte interna del parco che dall'esterno, tramite semplici 'vedette' .

Ribadendo quanto detto in precedenza in merito a temi quali educazione e civiltà, riteniamo necessario che questa parte di parco cessi di essere una sorta di 'avamposto presidiato' e che viale e panchine tornino ad essere accessibili a tutti, senza timori. L'importanza di un intervento di questo genere andrebbe a dar valore ai nuovi progetti in programma per fine estate, a quelli attualmente in vigore ma soprattutto ai lavori di riqualificazione previsti, che, se non accompagnati da un maggiore controllo rischiano di non ottenere l'effetto che noi tutti ci auguriamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amici del Pionta: "Bene i controlli a Saione ma vengano estesi anche dentro il Parco"

ArezzoNotizie è in caricamento