Amianto in via Malpighi, Nisini: "Obiettivo sostituzione del tetto". Sunia: "Attendiamo incontro con Dindalini"

Si terrà domani alle 10:00 l'atteso Cda di Arezzo Casa, convocato dal presidente Gilberto Dindalini che avrà, tra gli altri, al centro del dibattito la calamità del 13 luglio scorso, i danni alla copertura in amianto del caseggiato di via Malpighi...

via-malpighi-reisdenti-sunia-di silvia rossi-2

Si terrà domani alle 10:00 l'atteso Cda di Arezzo Casa, convocato dal presidente Gilberto Dindalini che avrà, tra gli altri, al centro del dibattito la calamità del 13 luglio scorso, i danni alla copertura in amianto del caseggiato di via Malpighi e la sua possibile sostituzione totale.

Questa è la volontà politica espressa dal Comune di Arezzo, l'ente proprietario delle case popolari:

"L'obiettivo finale è la sostituzione del tetto - ci dice l'assessore Tiziana Nisini - però dobbiamo procedere per step, adesso abbiamo ricevuto la nisini_tiziana-21comunicazione da Arezzo Casa che sono terinati i lavori di manutenzione per i danneggiamenti del 13 luglio, attendiamo la relazione finale e la verificheremo, resta il fatto che in un modo o in un altro dovremo arrivare alla sostituzione completa del tetto, magari torvando tutti insieme i fondi oppure da valutare se lo potrà fare oil Comune anche in danno di Arezzo cAsa che è l'ente gestore delle residenze popolari dei comuni della proivincia di Arezzo."

fabio-buricchiTorna sull'argomento anche il Sunia, il sindacato degli assegnatari guidato dal presidente Fabio Buricchi, in attesa di incontrare con gli inquilini il presidente Dindalini, così come richiesto nel documento firmato da tutti gli abitanti del caseggiato di via Malpighi nella settimana delle assemblee:

Prendiamo positivamente atto che il Consiglio d’Amministrazione di Arezzo Casa sarà ‘ben lieto’ – come ha dichiarato il presidente Gilberto Dindalini – d’incontrare gli inquilini di via Malpighi dopo la sua riunione di domani. Ci attendiamo una convocazione, che abbiamo ufficialmente richiesta già lo scorso 30 luglio a Arezzo Casa, Comune e Asl, al più presto possibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Sia Arezzo Casa che il Comune di Arezzo appaiono orientati a risolvere il problema. Ovviamente le dichiarazioni di principio non bastano. Il problema dell’amianto non interessa l’aspetto estetico di abitazioni nelle quali vivono 99 famiglie ma la salute di quest’ultime. Parliamo di una zona densamente popolata, con famiglie e bambini. E le istituzioni devono tutelare non solo gli abitanti di via Malpighi. Noi pensiamo infatti anche a quelli delle aree limitrofe perché le polveri di amianto non si fermano. Sollecitiamo, quindi, una soluzione con le Amministrazioni interessate evitando asperità e polemiche, anche nella consapevolezza delle difficoltà economiche degli enti. Per questo ci stiamo muovendo a livello regionale e nazionale perché si attivino alcuni finanziamenti dato che il problema casa sta diventando esplosivo. Nel frattempo, la salute rimane la priorità di tutti.

Ribadiamo, quindi, che è indispensabile un intervento, rapido e strutturale, sul tetto che metta in sicurezza l’intera area. Le indicazioni ricevute nelle cinque assemblee che abbiamo organizzato con gli inquilini sono chiare e le loro preoccupazioni sono assolutamente legittime. Ci attendiamo risposte risolutive.

via-malpighi-reisdenti-sunia-di silvia rossi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma della strada: perde la vita in un terribile schianto alle porte di Arezzo

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Muore a 24 anni nello schianto tra Monte San Savino e Arezzo

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento