"Ecco l'ambulatorio mobile", la Misericordia presenta il camper donato da "Eventi sociali"

Si tratta di un mezzo con pochi uguali a livello nazionale, potenziale elemento di crescita per la nostra associazione

E' un nuovissimo progetto e si chiama “Eventi Sociali – muoversi e non solo” e da oggi ha  dotato la Misericordia di Arezzo di un avveniristico presidio sanitario e assistenziale semovente, ancora una volta a vantaggio di tutta la popolazione, in special modo delle sue fasce più deboli o disagiate.
Quel che appare subito chiaro infatti già da un primo contatto con l’insieme e con gli interni di questo mezzo speciale – un autentico camper-ambulatorio – è che può trovare la sua migliore utilità in un insieme di situazioni accomunate dalla caratteristica di dover portare adeguati livelli di assistenza in zone o circostanze che, per i più vari motivi, non lo consentirebbero altrimenti.  
Affacciandosi al suo interno l’unità mobile appare divisa in due ambienti ampi e luminosi: l'ufficio medico e  l’ambulatorio. Ciascuno è dotato di proprio condizionatore, in modo da garantire un’ottima qualità dell’aria e un giusto microclima all’interno. 
L’alimentazione è assicurata da 2 pannelli fotovoltaici e da 2 batterie supplementari da 100 Watt l’una. Affinché l’illuminazione sia corretta, data la delicatezza delle operazioni immaginabili all’interno, ci sono ben 10 sorgenti elettriche da 12 Volt, posizionate in punti strategici, adibite ad assicurare la luminosità più equilibrata e adatta in tutto il volume del mezzo.
L’impiantistica di bordo prevede acqua potabile e serbatoi per lo smaltimento delle acque nere, grigie e bianche; l’impianto di ionizzazione, per mantenere le caratteristiche dell’aria intatte e a norma di legge; l’attacco per l’ossigeno; refrigeratori, per la prevenzione e il trasporto di sangue; prese elettriche dislocate in ogni settore.  
In effetti l’accessibilità e la vivibilità a bordo si percepiscono subito: i sedili ripiegabili e ruotabili, il tavolo abbattibile, i lavelli in acciaio inox e il completo rivestimento in pvc che rendono ben trasformabile e adattabile il mezzo a seconda delle esigenze dell’utenza completano il quadro.
L’unità mobile è inoltre coibentata in strati (ben 19) per garantire schermatura termica e acustica e in più ha rivestimenti superficiali di 3 mm in compensato. 
La luce naturale, sempre utile, penetra dalla finestra del tetto e dalle finestra laterali. Il mezzo consente il trasporto in movimento di ben 4 persone, ottimale nei cambi di turno, in corso di urgenze o in appoggio a operazioni di Protezione Civile.
Quindi si può immaginare come la possibilità di spostamento d’un simile ambulatorio mobile permetterà di lavorare ogni giorno in aree diverse, essendo in questo modo al totale servizio dei cittadini. Potenzialmente sempre e ovunque.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento