menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
visso.4.2017-IMG_20170224_135705

visso.4.2017-IMG_20170224_135705

Agricoltori di Sestino a Visso nel segno della solidarietà

Continua  la  solidarietà con le  zone  terremotate. Sestino, comune dove  l’agricoltura è fondamentale, si è sentito particolarmente colpito dalle tragedie e  dai problemi  che hanno infierito sul mondo agricolo. Così, in sintonia con la...

Continua la solidarietà con le zone terremotate. Sestino, comune dove l'agricoltura è fondamentale, si è sentito particolarmente colpito dalle tragedie e dai problemi che hanno infierito sul mondo agricolo.

Così, in sintonia con la consulta provinciale del volontariato per la protezione civile e il coordinamento dei volontari della Protezione Civile della Valtiberina c'è stata una spontanea attività di ricerca di una materia prima come il fieno da portare ad aziende terremotate. Gli agricoltori sestinati Gilberto Sensi e Carlo Rosati, aziende cioè di Motolano e Colcellalto, hanno messo a disposizione un buon quantitativo di fieno, il Comune ha partecipato alle spese insieme a vari privati. Il "viaggio del fieno" aveva come riferimento Visso e in particolare l'azienda Scolastici. Il sindaco Marco Renzi, insieme al responsabile della protezione civile della Valtiberina Vanni Angiolo, a Danilo Caibugatti, a Marco Mosconi, a Gilberto Sensi e un rappresentante dell'associazione carabinieri, si sono messi in viaggio, con un carico indubbiamente importante per aziende che vivono del "lavoro di stalla".

A Visso l'azienda Scolastici, che opera in montagna, sui mille metri, è un punto straordinario di riferimento per la produzione di un particolare formaggio, il "Cacio Sopravvissano", che viene prodotto da grande allevamento di una razza ovina locale, appunto la "Pecora Sopravvissana". Tra le caratteristiche che "formano" questi formaggi dell'azienda, di antiche tradizioni, c'è anche la stagionatura nel fieno.

"Siamo stati accolti , in una giornata fortemente invernale, con tanta cordialità- ha raccontato il sindaco Renzi - e abbiamo trovato persone determinate a continuare un lavoro che infoltisce le molte eccellenze del lavoro agricolo dell'Italia centrale. E' stato un atto di grande umanità quello realizzato dagli agricoltori sestinati, cui ci siamo sentiti in obbligo come amministrazione comunale di partecipare, ma non può terminare qui il nostro impegno, a fronte di situazioni che richiedono la solidarietà di tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento