Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Affid.Ar, appello al sindaco: "Sia garantito il diritto del minore a crescere in famiglia"

L'appello parte con una lettera di Affid.AR, il coordinamento di associazioni del territorio del Comune di Arezzo che opera nell’ambito della protezione e tutela dei minori e delle famiglie. E' diretto al sindaco, all'assessore alle politiche...

genitore-figli-affidamento-adozione

L'appello parte con una lettera di Affid.AR, il coordinamento di associazioni del territorio del Comune di Arezzo che opera nell'ambito della

protezione e tutela dei minori e delle famiglie. E' diretto al sindaco, all'assessore alle politiche sociali, al presidente del consiglio comunale e ai capigruppo.

"Visto il ripetersi di allontanamenti di minori dal nucleo familiare con collocamento in comunità - si legge nella nota - Affid.Ar sollecita ciascuno e tutti, amministratori e tecnici a "pensare" e ad "agire" il compito istituzionale di protezione e tutela dei cittadini minori, privilegiando il ricorso all'istituto dell'affidamento familiare, come sancito dalla normativa nazionale e internazionale vigente in materia, a garanzia del diritto del minore a crescere in famiglia."

Il riferimento è anche all'ultimo caso salito alla ribalta delle cronache per l'allontanamento di un tredicenne dal padre, prelevato a scuola.

Il coordinamento Affid.AR conferma l'intenzione di continuare la collaborazione con l'amministrazione comunale, prevalentemente nella direzione di promuovere l'istituto dell'affidamento familiare e sensibilizzare la comunità, attraverso incontri finalizzati con le realtà locali e percorsi di formazione mirati. A questo proposito citiamo il corso di formazione "Famiglie e Volontari Insieme" realizzato nella primavera 2017,

rivolto a cittadini e operatori sul tema dell'affidamento familiare.

Nel prossimo autunno, prenderà il via, l'esperienza formativa denominata "La sinergia delle Risorse" che vedrà, tra le varie azioni, il coinvolgimento degli studenti provenienti dall'alternanza scuola-lavoro.

Entrambi i progetti sono stati cofinanziati dalle associazioni del coordinamento Affid.AR, in seguito alla partecipazione a bandi Cesvot ed hanno il patrocinio del Comune.

Affid.Ar:

Si è costituito nel 2013 e fin da subito ha fatto la scelta di collaborare con l'amministrazione comunale, nell'ottica di un'azione di "rete" che ha prodotto la stipula di una "Dichiarazione Di Intenti" nel dicembre del 2015.

Le possibilità offerte dalla formalizzazione del rapporto tra l'amministrazione comunale e Affid.AR, in materia di tutela minorile, hanno favorito alcune azioni importanti, tra cui la più significativa è il consolidamento del Centro Affidi, attraverso la scelta di dotare questo servizio di figure professionali interne, garantendo così l'imprescindibile continuità delle prestazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affid.Ar, appello al sindaco: "Sia garantito il diritto del minore a crescere in famiglia"

ArezzoNotizie è in caricamento