Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Acquedotto vasariano, verso la conclusione dei lavori: "Nei cunicoli larghi 40 centimetri con maschere e sensori"

I lavori saranno conclusi entro fine ottobre. L'acquedotto vasariano, in fase di restauro, sta tornando all'antico splendore e presto l'acqua tornerà a scorrere al suo interno, fino a zampillare nella fontana di piazza Grande, proprio sotto le...

conf.stampa acquedotto1

I lavori saranno conclusi entro fine ottobre. L'acquedotto vasariano, in fase di restauro, sta tornando all'antico splendore e presto l'acqua tornerà a scorrere al suo interno, fino a zampillare nella fontana di piazza Grande, proprio sotto le finestre della Fraternita dei laici che ha dato il via ai lavori. I cunicoli e le tubature sono state in parte ripulite. E adesso i tecnici stanno completando l'intonacatura mentre l'intera copertura è già stata sistemata.

"Siamo arrivati alla seconda parte dei lavori - spiega l'architetto Fabrizio di Sangro- . Stiamo sistemando il condotto idraulico, entro 10 giorni sarà terminata la reimpermeabilizzazione. Si mette in questo modo la parola fine a tutte le perdite che in questi ultimi anni hanno creato criticità". Un restauro che ha anche riservato interessanti sorprese.

"E' stato un lavoro complesso ma entusiasmante - racconta il direttore tecnico Leonardo Puri, dell'azienda casentinese che sta svolgendo i lavoro - che ha riservato anche delle sorprese. Ad esempio quando abbiamo individuato le fratture causate dall'abbattimento di tre arcate avvenuto durante la seconda guerra mondiale, per impedire l'approvvigionamento idrico della città. L'acquedotto fu subito ripristinato e tutte le tracce sono venute alla luce. E poi la complessità della ripulitura dei cunicoli: sono larghi 40 centimetri e alti 80, una persona si deve calare dentro carponi, con maschera per l'ossigeno, strumenti del mestiere, ed uno strumento specifico che ha dei sensori che rilevano le condizioni fisiche come la respirazione. Questo perché all'interno di antichi cunicoli come questo potrebbero esserci esalazioni nocive. Io stesso mi sono specializzato con vari corsi prima di iniziare questo tipo di lavoro".

Adesso i lavori riguarderanno gli ultimi tratti dell'opera. Ne deriverà che nei prossimi giorni la circolazione in via Tarlati subirà alcune variazioni e sarà previsto un senso alternato di marcia.

"Per alcuni giorni - spiega Roberto Rossi, responsabile della sicurezza - il traffico sarà a senso unico alternato. Il periodo previsto è dal 10 al 20 di ottobre, in pratica in coda ai lavori".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedotto vasariano, verso la conclusione dei lavori: "Nei cunicoli larghi 40 centimetri con maschere e sensori"

ArezzoNotizie è in caricamento