Martedì, 28 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Acqua Pubblica: protesta in Comune. Utenze staccate per tre famiglie aretine

Tre famiglie non hanno più l'allacciamento dell'acqua e altre 18 potrebbero subire lo stesso trattamento. Il bilancio è quello fornito dal Comitato Acqua Pubblica di Arezzo che, questa mattina, ha presidiato piazza della Libertà e Palazzo Cavallo...

Tre famiglie non hanno più l'allacciamento dell'acqua e altre 18 potrebbero subire lo stesso trattamento.

Il bilancio è quello fornito dal Comitato Acqua Pubblica di Arezzo che, questa mattina, ha presidiato piazza della Libertà e Palazzo Cavallo per portare all'attenzione dell'amministrazione comunale la situazione vissuta da alcuni cittadini. "Nuove Acque - spiega Gianfranco Morini, presidente del comitato - ha deciso di interrompere il servizio di erogazione idrica ad alcuni utenti. Le ragioni sono quelle che noi abbiamo riportato anche nell'esposto presentato alla procura. Le utenze staccate sono quelle di altrettanti cittadini che praticano l'obbedienza civile e si decurtano dalla bolletta il 13 per cento, percentuale pari al capitale di remunerazione. Cifra per altro, che dovrebbe essere già stata cancellata in seguito alla volontà espressa dall'esito referendario del 2012. Così non è stato però. Adesso Nuove Acque, non solo ignora quanto stabilito dalla volontà popolare, ma vuole far rispettare una regola che ancora è all'attenzione del Consiglio di Stato. Ma non è ancora tutto. Interrompere il servizio di erogazione idrica non è ammissibile per legge. Non si può. Deve essere garantita anche per i veri morosi la quantità minima di acqua giornaliera in quanto si tratta di un bene primario".acqua_pubblica_comune3 Le richieste del Comitato Acqua Pubblica, e degli utenti che al momento si trovano con i contatori staccati, puntano ad ottenere una presa di posizione pubblica da parte dell'amministrazione che difenda le loro ragioni. "Chiediamo al sindaco che venga con noi da Nuove Acque per richiedere di riallacciare le utenze che al momento sono staccate - prosegue Morini - Apprezziamo che si sia già interessato ma, non può solo scrivere delle lettere ai direttori generali. Il sindaco deve prendere posizione ferma e non può tollerare che ci siano nel suo comune abitazioni senza acqua. Nuove acque vuol far passare per morosi anche chi non lo è. Se hanno dei motivi per giustificare le loro posizioni potrebbero far ingiunzione di pagamento e poi presentare ricorso. Ma quello che è certo, è che non possono staccare l'acqua potabile a nessuno". acqua_pubblica_comune1
Si parla di

Video popolari

Acqua Pubblica: protesta in Comune. Utenze staccate per tre famiglie aretine

ArezzoNotizie è in caricamento