rotate-mobile
Attualità

Le Acli forniscono assistenza per il bando per l’assegnazione delle case popolari

Lo Sportello Famiglia affiancherà i richiedenti nelle pratiche per il concorso emesso dal Comune di Arezzo. Il servizio prevede la valutazione e compilazione delle domande per gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica

Un servizio di affiancamento e di assistenza per la compilazione delle domande per l’assegnazione delle case popolari. L’iniziativa è promossa dalle Acli di Arezzo e rientra tra le prestazioni offerte gratuitamente dal neonato Sportello Famiglia, andando ad integrare una serie di attività previste nella sede provinciale di via Guido Monaco per fornire supporto ai cittadini nelle diverse pratiche della vita quotidiana.

Questo nuovo servizio è stato previsto in relazione al concorso pubblico emesso dal Comune di Arezzo per aggiornare la graduatoria inerente all’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, fornendo un’importante opportunità per aspiranti assegnatari e per coloro che sono già inseriti nelle stesse graduatorie ma che potrebbero far valere condizioni più favorevoli.

Gli operatori delle Acli saranno a disposizione dei cittadini in tutte le fasi necessarie per il buon esito del concorso attraverso un’assistenza sviluppata tra più fasi: prima saranno illustrati e spiegati i contenuti del bando, poi saranno valutati i requisiti richiesti e raccolta la documentazione necessaria, e infine sarà garantito l’affiancamento per la presentazione delle domande entro la scadenza del 5 novembre.

Per fissare un appuntamento basterà contattare il 334/74.14.590 o scrivere a sportellofamiglia.arezzo@acli.it 

Questo nuovo servizio integra e amplia le attività dello Sportello Famiglia che, coordinate dal segretario provinciale Riccardo Sestini, ambiscono a configurare un punto di vicinanza, informazione e orientamento per fornire supporto a singoli cittadini o nuclei familiari in relazione a tematiche lavorative, economiche, sociali e relazionali di stretta attualità. Tra le altre prestazioni già attive, ad esempio, rientrano la possibilità di rivolgersi alle Acli per l’attivazione dello Spid o per la stampa del Green Pass, oltre al progetto “Sos - Lavoro Sicuro” per la raccolta di segnalazioni di pericolo, omissione o mancato rispetto delle normative nei luoghi di lavoro a favore di una cultura della sicurezza e della prevenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Acli forniscono assistenza per il bando per l’assegnazione delle case popolari

ArezzoNotizie è in caricamento