rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità Giotto

Aci e sicurezza stradale. Oltre 250 studenti protagonisti dell'iniziativa promossa dall'Automobil Clud

Grande successo all'iniziativa: "La sicurezza del veicolo e della strada".

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

L'evento, organizzato dall’Aci di Arezzo in collaborazione con la polizia municipale e che si è svolto questa mattina presso la palestra di Viale Mecenate ad Arezzo, ha visto Valerio Vella, di Aci Ready2Go e Responsabile Gestione e Sviluppo Iniziative Educazione Stradale di AciInformatica, intrattenere i ragazzi per oltre 2 ore anche con numeri, video, slide, specifici e coinvolgenti giochi, 'catturando' in questo modo la loro attenzione sulle principali tematiche della sicurezza stradale.

Oltre 250 ragazzi delle quinte classi del liceo artistico "Piero della Francesca", annesso al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Arezzo, coinvolte nell’incontro formativo sull’educazione stradale.

“Siamo convinti che l’educazione stradale non possa, né debba essere ‘imposta’ nella mente di un ragazzo. Al contrario riteniamo che debba essere ‘condivisa’ con lui - ha affermato il presidente Aci Arezzo Bernardo Mennini - fargli comprendere in modo coinvolgente le regole ‘base’ di un corretto comportamento alla guida di un veicolo è ciò che vogliamo gli rimanga ‘ben impresso in testa’. Solo facendo accrescere, anno dopo anno, ad ognuno di questi ragazzi la ‘piena cognizione’ che un comportamento corretto ‘conviene’, siamo convinti che li aiuterà a diventare automobilisti consapevoli.  Grazie anche alla preziosa collaborazione della dirigenza scolastica e dei professori coinvolti, sono molti i corsi in classe che sono stati tenuti nell’anno scolastico in corso. Un’offerta rivolta sia alla scuola primaria che ai ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado. In totale circa un migliaio i bambini ed i ragazzi coinvolti. Un ringraziamento al corpo della polizia municipale di Arezzo per la continua, professionale e preziosa collaborazione “sul campo” ed in particolar modo al comandante Aldo Poponcini, all’ispettore Laura Ricci e agli agenti Chiara Coralli e Sara Maccari. Un ulteriore ringraziamento al rettore Luciano Tagliaferri ed al professor Domenico Salinardi".

Il comandante Poponcini nel suo intervento ha, poi, sottolineato l'importanza della sicurezza stradale che diventa educazione civica e rappresenta il pilastro fondamentale per la crescita e la coscienza alla guida per ogni giovane neopatentato. Ha poi riportato alcuni episodi di esperienza vissuta che hanno coinvolto i ragazzi, ricordando incidenti purtroppo anche mortali che hanno coinvolto giovani vite e causati soprattutto dall'uso sbagliato del cellulare o provocati da abuso di alcool e stupefacenti. Molto apprezzato l’intervento di Antonio Tamburini, ex pilota di Formula 3 e Superturismo nonché collaudatore in Formula 1, che ha portato la propria esperienza in qualità di istruttore da oltre 30 anni alla scuola di guida di De Adamich. “L'importante è far percepire ai ragazzi che anche a basse velocità l'impatto è assolutamente devastante. Soprattutto deve essere sfatato il mito che un veicolo perde aderenza solo ad altissime velocità”. Tamburini ha sottolineato che non è così, l'auto anche a velocità basse, a causa di disattenzioni o errori di guida, perde aderenza e può, quindi, incorrere in un incidente con conseguenze anche gravi. Valerio Vella, ha, infine, tenuto il corso con modalità particolarmente coinvolgenti per i ragazzi, che hanno interagito lungamente con attività, video tematici e domande. Vella ha ricordato le principali cause di un incidente stradale e sensibilizzato i ragazzi a rispettare sempre le regole del Codice della strada, per la propria e l'altrui incolumità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aci e sicurezza stradale. Oltre 250 studenti protagonisti dell'iniziativa promossa dall'Automobil Clud

ArezzoNotizie è in caricamento