rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

8 marzo: al giallo della mimosa si aggiunge il giallo-blu dell'Ucraina

"Mettiamo al centro la pace ma riaffermiamo anche i diritti delle donne che quotidianamente cercano di  affermare la loro  dignità, le  loro capacità nella famiglia, nel lavoro, nella società"

 "Avrebbe dovuto essere un 8 marzo all'insegna dei diritti. Adesso abbiamo una nuova emergenza e cioè la pace e la difesa della vita, non solo dei diritti, delle donne ucraine e di questo intero popolo aggredito da Putin. Oggi la Cgil e lo Spi, insieme agli altri sindacati e ai movimenti pacifisti, sono a Roma per manifestare solidarietà all'Ucraina. Gli obiettivi sono quelli del coinvolgimento dell’ONU per arrivare al cessate il fuoco e all'apertura di un vero negoziato".

Sandra Nocciolini, responsabile donne Cgil e Spi, annuncia un 8 marzo diverso. "Questa giornata rimane il simbolo del percorso femminile e femminista verso le pari opportunità e l'autodeterminazione. Mettiamo al centro la pace ma riaffermiamo anche i diritti delle donne che quotidianamente cercano di  affermare la loro  dignità, le  loro capacità nella famiglia, nel lavoro, nella società".

L'8 marzo i sindacati confederali, quelli dei pensionati (sia da lavoro dipendente che autonomo) e i coordinamenti donne si recheranno nelle Rsa aretine per portare fiori e dolci alle ospiti. Saranno quelle delle strutture di Subbiano, Pescaiola, Colle del Pionta, Fossombroni, Maestrini, Vialla Fiorina e Casa di Michele. Analoghe iniziative nelle altre Rsa della provincia.

"Nella logica di l'otto tutto l'anno - e l'apostrofo è necessario - l'impegno dei Coordinamenti donne di Spi e Cgil proseguirà con altre iniziative. Mercoledì 16 marzo saremo nell'auditorium Buozzi della Cgil per parlare di lavoro femminile, strumenti di conciliazione e di condivisione. Altre iniziative le stiamo programmando per aprile".

Il 16 marzo, dopo i saluti di Laura Bronchi della Segreteria provinciale Cgil e di Ivana Peluzzi di quella dello Spi, ci sarà la relazione di Sandra Nocciolini. Quindi una tavola rotonda con Marisa Grilli, Coordinatrice donne Spi Toscana; Marisa Nicchi, presentatrice della prima legge contro le dimissioni in bianco; Annalisa Tonarelli, del Dipartimento di sociologia dell'università di Firenze. Modererà Barbara Orlandi, Coordinatrice  donne Cgil Toscana. Concluderà Alessandro Tracchi, Segretario provinciale Cgil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

8 marzo: al giallo della mimosa si aggiunge il giallo-blu dell'Ucraina

ArezzoNotizie è in caricamento