Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

I 72 anni della Liberazione d'Italia: Arezzo rende omaggio ai suoi eroi

Malgrado non sia il vero anniversario per la provincia di Arezzo, oggi i comuni dell'Aretino, così come nel resto d'Italia, rendono omaggio a quella pagina della storia così lontana eppure così vicina e impressa ancora nella memoria di molti che hanno vissuto quei momenti in prima persona

La prima cittadina ad essere liberata è stata Lucignano e l'ultima invece Sestino.

Era il 2 luglio 1944 quando gli Alleati, dopo un duro scontro, sfondarono le linee tedesche al lago Trasimeno ed entrarono in provincia di Arezzo.

Lucignano fu il primo comune raggiunto. Poi Cortona (3 luglio 1944), Foiano della Chiana (4 luglio 1944), Marciano della Chiana (4 luglio 1944), Monte San Savino (4 luglio 1944), Castiglion Fiorentino (12 luglio 1944), Civitella in Valdichiana (15 luglio 1944), Arezzo (16 luglio 1944), Bucine (17 luglio 1944), Pergine Valdarno (17/18 luglio 1944), Laterina (18 luglio 1944), Montevarchi (19 luglio 1944), Terranuova Bracciolini (22 luglio 1944), Cavriglia (24 luglio 1944), San Giovanni Valdarno (24 luglio 1944), Monterchi (26 luglio 1944), Chiusi della Verna (agosto 1944), Castelfranco di Sopra (2 agosto 1944), Pian di Scò (4 agosto 1944), Capolona (5 agosto 1944), Castiglion Fibocchi (7 agosto 1944), Subbiano (8 agosto 1944), Loro Ciuffenna (15 agosto 1944), Anghiari (16 agosto 1944), Talla (20 agosto 1944), Castel Focognano (20/25 agosto 1944), Chitignano (22 agosto 1944), Pieve Santo Stefano (23 agosto 1944), Caprese Michelangelo (24 agosto 1944), Bibbiena (28 agosto 1944), Badia Tedalda (settembre 1944), Montemignaio (settembre 1944), Ortignano Raggiolo (settembre 1944), Poppi (2 settembre 1944), Castel San Niccolò (3/8 settembre 1944), Sansepolcro (4/8 settembre 1944), Pratovecchio (24 settembre 1944), Stia (24 settembre 1944), Sestino (1 ottobre 1944).

Malgrado non sia il vero anniversario per la provincia di Arezzo, oggi i comuni dell'Aretino, così come nel resto d'Italia, rendono omaggio a quella pagina della storia così lontana eppure così vicina e impressa ancora nella memoria di molti che hanno vissuto quei momenti in prima persona.

Quello che non tutti sanno invece è che alla liberazione di Arezzo presero parte anche indiani, canadesi, sudafricani e neozelandesi. Per questa ragione, LiberAperta, associazione politica, Anpd I'associazione nazionale paracadutisti d’Italia e associazione provinciale veterani e reduci garibaldini festeggeranno il 25 aprile al cimitero del Commonwealth di Indicatore alle ore 11,30. Qui sono sepolti 1.267 caduti, 37 dei quali ignoti: 787 sono inglesi, 20 canadesi, 27 neozelandesi, 50 sudafricani, 387 indiani e 5 di altri paesi alleati (di cui 1 sovietico).

Angelo Rossi: “Non dimentichiamo le vittime che riposano al cimitero del Commonwealth”

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 72 anni della Liberazione d'Italia: Arezzo rende omaggio ai suoi eroi

ArezzoNotizie è in caricamento