Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Dalla Cina 4000 mascherine. Ghinelli: "Rette scolastiche annullate e più tempo per pagare le bollette"

E' il sindaco di Arezzo a ricordare le novità della giornata in merito alle azioni di contenimento del Coronavirus e di supporto alla popolazione

“Andrà tutto bene”. La frase è quella che in molti hanno scelto di immortalare ed è la stessa che appare nel disegno che la nipotina di Danilo Tacconi, direttore del reparto di malattie infettive dell'ospedale San Donato, ha voluto dedicare ad una comunità intera che in queste ore sta combattendo la propria battaglia contro un nemico invisibile e silenzioso. Un’immagine condivisa anche dal sindaco Alessandro Ghinelli che, durante la consueta conferenza stampa sullo stato di avanzamento dei casi di Coronavirus, la mostra a tutta la città.

Sono arrivate ad undici le persone risultate positive al Coronavirus nel capoluogo. Un incremento del 57 per cento in appena 24 ore. Soltanto nella giornata di oggi, sono risultati positivi al test altri 15 residenti nell’Aretino. Una cifra importante che fa salire a 34 il numero dei contagiati in tutto il territorio provinciale. Per quello che riguarda invece il solo capoluogo, le persone attualmente in quarantena sono 378, "cinque in più - specifica il primo cittadino - rispetto a ieri".

Invariate le misure di prevenzione e sicurezza personale messe in atto in seguito al decreto del presidente del consiglio dei ministri. “L'unica novità - spiega il sindaco - riguarda i supermercati. Come disposto dal governo e come già annunciato nella giornata di ieri, i centri commerciali rimarranno aperti anche domani ma solo per quello che riguarda la parte alimentare. Stessa disposizione anche per il mercato settimanale dove gli stand gastronomici potranno ricevere avventori. La raccomandazione che faccio però è di usare misura e cautela. Non recatevi in massa a fare la spesa. Non c'è bisogno di correre ad acquistare merce. Questo genera solo ore di attesa e inutili rischi per la vostra salute. I nostri agenti della municipale sanzioneranno per quanto possibile ogni comportamento scorretto”.

L'appello rinnovato ancora una volta è quello a limitare il più possibile le uscite. "Domani è sabato e voglio lanciare un appello soprattutto ai giovani - continua Ghinelli - non affollate Corso Italia, evitate lo struscio. Non è adesso il momento di uscire per stare con gli amici. Sentitevi per telefono, inviatevi dei messaggi ma non uscite di casa. Oltre al rischio di contrarre una malattia che non fa sconti a nessuno, c'è anche la possibilità di essere denunciati perché fuori dalla propria abitazione senza una reale e valida motivazione"

A questo proposito soltanto nella giornata di oggi sono cinque le persone sanzionate e due le attività fatte chiudere perché inosservanti delle restrizioni ministeriali. "Mi rivolgo anche agli anziani - prosegue - siete una fascia di popolazione, gli over 65, molto delicata e fragile. Anche se state bene e siete in salute non vi allontanate dal vostro domicilio. Il nostro sistema sanitario non può permettersi ulteriori aggravi di lavoro".

Annunciate anche novità per quello che riguarda il sistema scolastico comunale. "Le rette di marzo - dice il sindaco - verranno annullate. Non sarà richiesto alcun esborso di denaro alle famiglie. Inoltre le iscrizioni all'anno scolastico 2020/2021 saranno prorogate fino ad aprile. In seguito valuteremo se ci sarà la necessità di prevedere ulteriori dilazioni". 

Proroghe in vista anche per quello che riguarda il pagamento delle bollette delle utenze domestiche. L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, grazie ad un accordo stretto con Anci, terrà conto delle difficoltà di queste ultime settimane e, nell'eventualità che i cittadini non saldino le fatture non sarà previsto alcun distacco o sanzione. "Non approfittiamocene però - spiega Ghinelli - si tratta di una misura che vuole andare incontro a chi davvero si trova in reali condizioni di disagio".

Da ultimo ringraziamenti e buone notizie. "Il mio grazie va ai membri del Vespa clud di Arezzo che si sono messi a disposizione per il progetto ‘Nonni sicuri’. Grazie anche alle farmacie del territorio per l'incredibile lavoro che stanno svolgendo, alle forze dell'ordine che continueranno a tenere la città sotto stretto controllo, grazie alla comunità cinese che oggi ha donato mascherine, tute e guanti al nostro ospedale. E grazie anche alla città di Dujiangyan, capoluogo della Cina, da dove negli scorsi giorni è partita una spedizione di ben 4000 mascherine per la nostra città. Un dono più che gradito".

L’appello del sindaco Alessandro Ghinelli e dell’assessore Tanti

"C'è il rischio che alla emergenza Covid-19 se ne aggiunga un'altra: la carenza di sangue. Per questa ragione cogliamo l'occasione di aderire all'appello del "Centro nazionale sangue" che mette in guarda da questa nuova criticità. Donare sangue non è rischioso mai e non lo è nemmeno in questa situazione, quindi chi può lo faccia. Ovviamente l'appello è rivolto solo alle persone giovani, in perfetto stato di salute e idonee alla donazione. A loro diciamo: quel poco tempo che avete pensato di passare fuori casa per fare fronte alle incombenze non rinviabili utilizzatelo anche per donare sangue. In queste ore così difficili Arezzo sta rispondendo con grande maturità e generosità, siamo certi che anche questo sforzo ulteriore che vi chiediamo troverà risposta" .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Cina 4000 mascherine. Ghinelli: "Rette scolastiche annullate e più tempo per pagare le bollette"

ArezzoNotizie è in caricamento