Attualità

31 maggio 2018: addio al Cam e alla Casa delle Culture. Minori affidati ad altri centri e associazioni pronte al trasloco

Trenta anni al servizio e al fianco di famiglie e minori. Decenni interi trascorsi a prestare supporto e ricreare quella stabilità del nucleo genitoriale per tutti coloro che non potevano più contare su alcuno. Da oggi, 31 maggio 2018, il centro...

TRATTA: SAVE THE CHILDREN, MINORI NIGERIANE LE PIU' COINVOLTE

Trenta anni al servizio e al fianco di famiglie e minori.

Decenni interi trascorsi a prestare supporto e ricreare quella stabilità del nucleo genitoriale per tutti coloro che non potevano più contare su alcuno.

Da oggi, 31 maggio 2018, il centro di accoglienza minori di via Verdi e di proprietà del Comune di Arezzo chiude i battenti.

Al suo interno si trovavano otto ragazzi. Alcuni sono tornati presso le famiglie di origine altri ancora invece, sono stati destinati ad altre realtà del territorio.

Ma tutti, di fatto, hanno lasciato quella che fino ad oggi è stata la loro casa.

E questo per quale motivo?

"In primo luogo - spiega Emanuele Spinello, presidente dell'associazione Famiglia Insieme gestore del servizio - perché la famiglia affidataria, che negli ultimi 5 anni si è occupata di coordinare i minori all'interno dell'appartamento, non potrà più continuare a svolgere questo compito. Non siamo riusciti a trovare un altro soggetto in grado di ricoprire questo ruolo e che risponda ai parametri richiesti nel bando. Inoltre, l'appartamento di via Verdi era diventato per tutta una serie di ragioni un luogo non idoneo alla sua destinazione d'uso. Questo in virtù delle leggi regionali in vigore". Otto giovani ai quali, a seconda delle necessità, avrebbero potuto aggiungersene altri per la sola parte diurna.

"Abbiamo sempre dato massima disponibilità all'amministrazione - spiega ancora Emanuele Spinello - il clima in cui abbiamo voluto lavorare in questi anni è stato quello della cooperazione più totale. Abbiamo sempre cercato di improntare il nostro operato in conformità con quelli che sono i valori etici, familiari, sociali e le richieste del Comune. In passato, quando c'erano nuovi arrivi la disponibilità che veniva richiesta era abbastanza elastica in modo che gli orari potessero essere concordati con le famiglie che si occupavano di accogliere i ragazzini".

Nell'ultimo mese, l'associazione ha collaborato con il servizio sociale del comune e con il centro affidi, per la promozione e la messa a punto, entro il 31 maggio 2018, di progetti di dimissione concordati e rispettosi dei bisogni socio-psico-educativi e di tutela di ciascun ragazzo attualmente collocato presso il CAM, con assoluta priorità di ricorso all'affidamento familiare.

"Continueremo - conclude il presidente di Famiglia Insieme - a lavorare per attuare sul territorio aretino la convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. In particolare, nell'ambito del coordinamento Affidar (Coordinamento Affido Arezzo), continuerà l'impegno di sensibilizzazione, formazione e sostegno alle famiglie, nella direzione dello sviluppo di una nuova cultura dell'affido e della solidarietà familiare, e per l'avvio e l'implementazione di nuove attività integrate in ambito socio-educativo che contribuiscano a garantire ad ogni minore il diritto di vivere in famiglia. In questo contesto, l'associazione continua a mettersi a disposizione dei servizi sociali del Comune di Arezzo, augurandosi che questo attivi servizi di accoglienza, protezione e tutela dei minori".

/attualita/il-31-maggio-chiude-anche-il-centro-di-accoglienza-minori-di-via-verdi-dopo-30-anni-famiglia-insieme-saluta/ Ma oggi non è soltanto l'ultimo giorno di "vita" del Cam di via Verdi ma anche quello della Casa delle Culture così come è stata conosciuta sino ad oggi.

L'immobile di piazza Fanfani, quello dove da anni sono ospitate decine di associazioni, corsi di lingua italiana e front office per richiedenti asilo e migranti, verrà chiuso e rimarrà vuoto fino a che il Comune di Arezzo non lo destinerà ad altro uso.

/attualita/casa-delle-culture-una-settimana-alla-chiusura-e-allo-sfratto-il-coordinamento-continueremo-altrove/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

31 maggio 2018: addio al Cam e alla Casa delle Culture. Minori affidati ad altri centri e associazioni pronte al trasloco

ArezzoNotizie è in caricamento