Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Maturità 2017: 2.879 aretini sui banchi. Tracce: Giorgio Caproni, tecnologia e lavoro, la natura nell'arte

E' il giorno del grande appuntamento, dopo una notte verosimilmente insonne, per quasi tremila studenti aretini. Prima prova degli esami di Stato, la maturità passa anzitutto dal tema di italiano. Campanella alle 8,30, l'annuncio delle tracce e...

E' il giorno del grande appuntamento, dopo una notte verosimilmente insonne, per quasi tremila studenti aretini. Prima prova degli esami di Stato, la maturità passa anzitutto dal tema di italiano. Campanella alle 8,30, l'annuncio delle tracce e poi sei ore di tempo per consegnare il compito.

La seconda prova scritta è prevista per domani, giovedì 22 giugno, mentre ci sarà qualche giorno ancora per ripassare in vista della terza prova, in programma lunedì 26 giugno, quando gli studenti dovranno affrontare il quizzone.

Sono 66 le commissioni giudicanti nell'Aretino, 2.879 i candidati ammessi all'esame di maturità in provincia.

Il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli ha dato il suo 'in bocca al lupo' ai maturandi e contestualmente il Miur ha lanciato la campagna #NoPanic con video e post sui social contenenti consigli e dritte per sostenere le prove al meglio.

E ieri sono arrivate anche le scuse ufficiali a seguito della gaffe sul refuso "traccie" comparso proprio sul sito del Miur.

L'ortografia italiana - si legge in un post del Miur su facebook - è una sola ormai da tempo immemorabile e le sue regole sono chiare: le parole che finiscono in "-cia", se precedute da consonante, al plurale, non vanno scritte con la "i". Quindi: "Traccia" al plurale si scrive "Tracce", non c'è alcun dubbio. Qualcuno si è dimenticato di questa regola e ci dispiace molto. Abbiamo visto il refuso e siamo subito intervenuti per farlo correggere. È stato un errore di battitura, un errore materiale, che naturalmente non doveva esserci, tanto più su una pagina che riguarda gli Esami di Stato. Il fornitore tecnico che gestisce l'inserimento dei contenuti sul sito del Ministero - responsabile dell'errore - ci ha fatto pervenire una lettera di scuse per l'episodio accaduto. Scuse che noi ci sentiamo di girare a tutte le studentesse e a tutti gli studenti che - lo sappiamo - conoscono molto bene l'ortografia italiana. In tutta questa vicenda pensiamo ci sia almeno una nota positiva: abbiamo dissipato ogni dubbio su come si scriva il plurale di "traccia". P.S. Un grande in bocca al lupo a tutte le maturande e a tutti i maturandi che si confronteranno con LE TRACCE della maturità.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2017: 2.879 aretini sui banchi. Tracce: Giorgio Caproni, tecnologia e lavoro, la natura nell'arte

ArezzoNotizie è in caricamento