Martedì, 21 Settembre 2021
Animali

Tutte le regole per viaggiare in treno, in nave e in aereo con il quattro zampe

Viaggiare in treno, in nave o in aereo con un animale è semplice se si seguono piccole regole, vediamo quali

Le vacanze sono sempre più vicine, mentre alcuni preferiscono lasciare i loro amici a quattro zampe in appositi alloggi o ad un pet sitter, molti non vedono l’ora di organizzare un viaggio in compagnia dei loro animali.

Oltre a decidere la meta, bisogna scegliere il mezzo migliore con cui spostarsi. La macchina per molti è la soluzione più comoda, permette di fermarsi ogni volta che si vuole, ma è anche stancante. Quindi le alternative sono trenonave o aereo.

Ormai quasi tutte le compagnie accettano animali a bordo e viaggiare con i propri pet diventa semplice, a patto che si seguano alcune regole. Vediamo come viaggiare a bordo del treno, della nave e dell'aereo in serenità.

Come viaggiare in treno

I pet non sono tutti uguali, soprattutto per quando riguarda la dimensione, per questo motivo anche in treno ci sono regole diverse a seconda della taglia. I cani, i gatti e tutti gli animali domestici di piccola taglia, possono viaggiare gratuitamente in treno, all’interno di un trasportino di dimensioni non superiori a 70x30x50 cm.

L’accesso alla carrozza è consentito anche ai cani di grossa taglia, ma devono indossare la museruola e stare al guinzaglio. Possono viaggiare liberi solo se lo scompartimento è stato interamente prenotato, ma il proprietario dovrà sostenere le spese di disinfestazione del locale. 

Gli stessi obblighi non valgono per i cani guida per non vedenti, che possono viaggiare gratuitamente su tutti i treni a prescindere dalla taglia e senza alcun obbligo.

Per essere ammessi sul treno insieme ai vostri pet, non dovete dimenticare di avere con voi i documenti utili: il certificato di iscrizione all’anagrafe e il libretto sanitario, mentre per i treni che vanno all’estero, se il vostro migliore amico è un cane, dovete munirvi di un certificato di vaccinazione antirabbica.

Con i documenti in regola, non dovete fare altro che recarvi in biglietteria o in agenzia e acquistare il biglietto su cui dovete indicare la presenza del pet. Mentre gli animali all’interno del trasportino non devono pagare la tariffa, quelli che viaggiano fuori dal kennel o i cani di grossa taglia devono pagare il prezzo di un biglietto di seconda classe scontato del 50%, a prescindere dalla classe in cui viaggia il proprietario.

Seguire le regole di condotta sul treno è importante per rispettare gli altri passeggeri, ma nello stesso tempo non dovete tralasciare il benessere del pet. Viaggiare in treno per gli animali non è una sensazione piacevole, il dondolio del vagone potrebbe causargli la nausea, quindi, prima di prenotare la vacanza, meglio chiedere consiglio a un veterinario. Per i pet di piccola taglia stare rinchiusi all’interno del trasportino diverse ore potrebbe essere stressante, quindi prima di affrontare una tratta lunga, meglio fare spostamenti brevi per capire come reagisce.

Se il vostro migliore amico è pronto a mettersi in viaggio, prima della partenza meglio non dargli da mangiare e fargli fare tutti i bisogni prima di salire in carrozza. Allo stesso tempo non partite mai senza una borraccia di acqua fresca, degli snack e dei giochi per distrarlo e intrattenerlo durante il tragitto!

Come viaggiare in nave

Un’alternativa al treno sono nave o traghetto, perfetti per raggiungere le isole o spostarsi da costa a costa. Prima di imbarcarvi, però, dovete essere muniti di certificato di buona salute e di libretto sanitario. Se la meta è la Sardegna, allora, ai documenti del pet dovete aggiungere anche la vaccinazione antirabbica.

Una volta saliti in nave, mentre i gatti devono viaggiare all’intero del trasportino, i cani di piccola taglia possono rimanere in cabina con il padrone, se consentito dalle altre persone a bordo. Nel caso in cui preferite trascorrere il viaggio sul ponte, potete farlo in compagnia del vostro pet al guinzaglio e con la museruola.

Se la nave ne è provvista, potete lasciare i pet nei canili o gattili. Circondati dai loro simili, potranno giocare e divertirsi; ma se proprio sentite la loro mancanza, potete andarli a trovare quando volete e trascorrere del tempo in loro compagnia!

Per rendere il viaggio piacevole e aiutare il cane e il gatto a sopportare il caldo, non dovete dimenticare di portare con voi una ciotola e una borraccia con acqua fresca. Prima di salire, meglio far fare i bisogni al pet, ma, in ogni caso, non dovete dimenticare di munirvi di paletta e sacchetti se avete un cane, o di una cassettina portatile con lettiera se il vostro compagno d’avventura è un gatto.

Come viaggiare in aereo

Cani e gatti di sicuro sono i compagni di viaggio migliori, ma quando si decide di superare i confini italiani inevitabilmente si deve ricorrere all’aereo. Anche se più complicato rispetto agli altri mezzi di trasporto, basta prendere alcuni accorgimenti e potrete godervi la meritata vacanza con Fido o Micio.

Prima di prenotare un viaggio in areo è bene:

  • Far fare un check-up completo al peloso
  • Consultare il regolamento della compagnia aerea con cui avete scelto di partire
  • Avere un pet di età superiore ai 3 mesi
  • Evitare voli con scali per non rischiare che il cane o il gatto vengano bloccati da eventuali limiti nel paese di destinazione
  • Controllare che la medaglietta identificativa del pet contenga all’interno tutte le informazioni in caso di smarrimento
  • Il pet non deve essere in calore o in gravidanza

Nel momento in cui si hanno tutti questi requisiti, bisogna richiedere il passaporto identificativo, rilasciato dai veterinari abilitati, in cui ci sono tutte le informazioni più importanti come i dati anagrafici, le vaccinazioni, le visite mediche e la fotografia.

Quando si parte con un pet, inoltre, bisogna decidere se farlo viaggiare in stiva o in cabina. In realtà tutto dipende dalle dimensioni dell’animale e dalle regole della compagnia aerea. In generale, negli ultimi anni si offre la possibilità di trasportare in cabina il pet con un peso inferiore ai 10 kg, compreso il trasportino, nel caso in cui il peso è superiore dovrà viaggiare in stiva all’interno di apposite gabbie.

In ogni caso in cabina si devono rispettare alcune regole:

  • Il trasportino deve rientrare nei limiti imposti dalla compagnia aerea
  • Il pet deve potersi muovere
  • Il cane o il gatto non devono avere un cattivo odore
  • I pelosi non devono rappresentare un pericolo per gli altri passeggeri
  • Il fondo del trasportino deve essere impermeabile

Con queste poche regole viaggiare in treno, in traghetto o in aereo sarà semplice e potrete concedervi una divertente vacanza in compagnia del vostro pet!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutte le regole per viaggiare in treno, in nave e in aereo con il quattro zampe

ArezzoNotizie è in caricamento