rotate-mobile
Animali

Perché una gatta abbandona i propri cuccioli e come comportarsi

Può capitare che le gatte neo-mamme decidano di abbandonare i loro piccoli: è un comportamento che sembra irrazionale ma che ha invece delle cause ben precise

I gatti sono animali abituati a vivere in colonia e a creare legami molto simili a quelli umani che vanno dall’amicizia, all’indifferenza fino all’antipatia. Questa caratteristica di affettività si ricrea anche nel momento in cui una gatta diventa mamma. Il rapporto nei confronti dei cuccioli è molto protettivo, visto che è sempre pronta a difenderli da tutto e tutti.

A volte però capita che le neo mamme non accettino i cuccioli stessi, tanto che potrebbero persino decidere di abbandonarli, un comportamento che va contro il loro istinto di tutela dei piccoli. In realtà non è una reazione fuori dal comune, ma legata ad una serie di cause.

I motivi che portano una mamma a rifiutare i cuccioli

Se avete animali in casa, sapete perfettamente che pur avendo degli atteggiamenti molto simili a noi, gran parte dei loro comportamenti è dettato dall’istinto. Quest'ultimo scende in campo anche anche quando una gatta ha dei cuccioli, dato che sa perfettamente se i figli appena nati hanno problemi di salute. Nel momento in cui si accorge che uno di loro soffre di una malattia può decidere di abbandonarlo perché deve pensare agli altri gattini sani. Infatti, sceglie di non sottrarre latte e attenzioni a favore del piccolo malato che molto probabilmente non sopravviverebbe. Inoltre, è un modo per tutelare gli altri gattini così da evitare che vengano contagiati. Può succedere anche che sia la mamma stessa ad essere malata e quindi decida di allontanarsi per proteggere i figli da sé stessa.

Ci sono situazioni che spingono mamma gatta a stare lontana dai cuccioli, ma non sono legate a malattie. Può succedere che il parto sia stato particolarmente stancante, che percepisca di non avere le forze necessarie per occuparsi di tutti e quindi li rifiuti perché sottoposta a un forte stress. A volte, poi, può succedere che non abbia sufficiente latte e quindi l’abbandono è istintivo.

Cosa fare se il gatto non vuole tornare a casa? 

Accanto a queste ci sono anche motivazioni molto più semplici. Capita che la neo mamma non si senta in grado di accudire i piccoli perché non è pronta e non sa cosa fare. In questo caso potete prendervi cura di loro in sua compagnia facendole vedere come comportarsi. La cosa importante è non toccare i cuccioli appena nati perché il vostro odore potrebbe risultare fastidioso per la madre.

Come abbiamo visto fino a ora, l’istinto domina il comportamento delle mamme gatte, che potrebbero arrivare anche a nascondere i cuccioli per metterli in un luogo che lei ritiene più sicuro prendendosene cura in totale tranquillità. Anche se può accadere che li sposti più volte fino allo svezzamento, è importante lasciarle seguire il suo istinto se non mette in pericolo la sua vita e quella dei cuccioli.

Cosa fare se una gatta rifiuta i cuccioli

Nel momento in cui la madre allontana i cuccioli la prima cosa da fare è capire la causa. Se è perché uno dei gattini o lei stessa è malata, allora bisogna portarli subito dal veterinario, che si prenderà cura di loro.

Se l’abbandono è dovuto ad altri fattori dovete assicurargli il giusto nutrimento dandogli il latte (meglio quello in polvere) attraverso un biberon ogni due ore di giorno e ogni tre di notte (fino al decimo giorno di vita).

Un giorno di lutto se muore il cane o il gatto: la rivoluzionaria proposta in Cile 

Per quanto riguarda le pulizie dovete lavarli ogni 2 giorni con acqua tiepida (evitando gli occhi) e asciugarli delicatamente con un panno. Questa operazione va svolta fino a quando non compiono un mese di vita. Per quanto riguarda la lettiera questa può essere introdotta quando avranno circa un mese prima occorre assicurarsi che facciano regolarmente i loro bisogni, in caso di anomalie va consultato un professionista. Appena nati i gattini abbandonati devono sentirsi protetti, soprattutto se non hanno l’affetto della mamma, quindi è consigliabile preparare una cuccia accogliente e morbida in cui possano riposare.

Articolo originale su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché una gatta abbandona i propri cuccioli e come comportarsi

ArezzoNotizie è in caricamento