Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assemblea Anci. Roberto Fico chiude i lavori: "I sindaci e i consiglieri sono in trincea non lasciamoli soli"

E' il presidente della Camera dei Deputati l'ospite di punta nell'ultima giornata dell'assemblea nazionale di Anci che si è svolta all'interno dell'Arezzo Fiere

 

"I sindaci, gli assessori, i consiglieri e i comuni rappresentano il vero fulcro della democrazia".
Ed è per questa ragione che il presidente della camera dei deputati, Roberto Fico, ha voluto essere al fianco di coloro che ogni giorno devono fare i conti con piccoli e grandi problemi, con buche che si aprono sugli asfalti, cittadini inferociti, comitati e bilanci da far quadrare con una disponibilità economica sempre più stretta e sempre più risicata.

E' a margine dell'ultima giornata della XXXVI Assemblea Nazionale di Anci, svoltasi ieri ad Arezzo, che il presidente Fico incontra i primi cittadini e, ovviamente, i presidenti dei vari consigli italiani.

Fico è ad Arezzo: "Vicino a ogni sindaco". Forfait Gualtieri, c'è Laura Castelli

“I comuni e i consigli comunali rappresentano la centralità democratica del Paese - ha ribadito nel proprio discorso - Sono loro che stanno in trincea ad erogare i servizi di alta qualità interfacciandosi coi cittadini. Se le istituzioni non sono vicine ai sindaci è come se tutto il sistema Italia crollasse. Per questo è importante la mia presenza tra voi che rappresentate la forza dei cittadini e delle istituzioni”.

Un ruolo, quello dei sindaci, difficile, scarsamente retribuito e di grande esposizione pubblica tanto che il presidente della Camera ha ammesso che “negli ultimi anni i comuni sono stati lasciati soli e su di loro è stato scaricato un peso terribile. Oggi sento il dovere di essere il più vicino possibile ai comuni che vanno aiutati a svolgere al meglio la loro funzione, nell’interesse dei cittadini, rafforzando la fiducia di tutti nelle istituzioni”.

Altrettanto ostica, secondo il punto di vista di Roberto Fico, è la condizione dei consiglieri comunali a cui va riconosciuto invece "il grande impegno e la grande dedizione. E’ avvilente che si discuta di un semplice gettone di presenza per quello che sembra un lavoro come un altro, mentre è un servizio alla comunità. Dobbiamo rivedere il sistema di pesi e contrappesi”.

L'attenzione del presidente Fico si è poi rivolta alla necessità di creare degli strumenti utili allo snellimento e sburocratizzazione della macchina amministrativa locale oltre all'ottenimento di maggiori risorse economiche.

Nella manovra si dà spazio ai Comuni per cercare di recuperare dove è possibile una tassazione che non viene versata. Noi sappiamo – ha spiegato – che molti Comuni hanno problemi nello scovare anche chi non vuole pagare le tasse comunali. E’ giusto che tutti paghino le tasse, per erogare i servizi di cui anche loro, poi, usufruiscono”.

Dal presidente della Camera sono arrivati poi due importanti annunci relativi a due provvedimenti che interessano da vicino i comuni .

“La proposta di legge Anci su ‘Liberiamo i sindaci’ sta andando avanti spedita nelle commissioni Finanze e Affari Costituzionali: è importante che i relatori di questo provvedimento siano di due diverse forze politiche a conferma del suo carattere trasversale”. Invece, il decreto Sisma “che mi fa piacere abbia recepito molte istanze dei Comuni la prossima settimana inizierà il suo percorso in Senato e sarà approvato ben prima di Natale. Con ‘Assemblee al centro’ vogliamo avviare un percorso di dibattito sui tanti temi che riguardano i cittadini e i territori. Alla fine del percorso vogliamo riportare all’interno del Parlamento alcune proposte e idee da tradurre in provvedimenti”.ù

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento