Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Elezioni. Ai nastri di partenza la lista OraGhinelli 2.0: "Rimango un sindaco civico"

L'attuale primo cittadino di Arezzo, dopo l'annuncio del suo vice, si è detto pronto a creare una coalizione con più gruppi apartitici

 

“Ti devi prendere delle responsabilità come sindaco. E chi se le prende non potrà che avere successo”. Alessandro Ghinelli ne è convinto e, dopo l’annuncio del suo braccio destro - Gianfrancesco Gamurrini - riguardo alla creazione di una lista civica di supporto ad un suo mandato bis, ecco che spiega come, probabilmente, nella corsa elettorale 2020 ci saranno due realtà civiche che si affiancheranno. 

“Il mio vicesindaco ha annunciato che darà vita ad una lista alla quale credo stesse già lavorando da un po’ - spiega Ghinelli - si tratta, a quanto ho capito, di una realtà che sosterrà la mia elezione ma non sarà quella del candidato sindaco. Quindi è quasi certo che avremo due liste civiche in quanto il mio mandato viene proprio da un ambito di questa ispirazione. Sono stato eletto nel 2015 come rappresentante di una realtà civica e continuerò a percorrere questa strada. Negli anni passati, quelli in cui ho ricoperto il ruolo di consigliere comunale tra le fila dell’opposizione, sono stato invece eletto come candidato del Pdl. Mi preme sottolineare però che in quella circostanza sono stato solo ospitato all’interno di quella compagine in quanto non ho mai avuto la tessera di alcun partito. Io sono e rimarrò un sindaco civico”.

Dunque ricapitolando, per il momento nella coalizione che sosterrà il mandato bis di Alessandro Ghinelli ci sarà sicuramente la lista di Gianfrancesco Gamurrini, che proprio in questi giorni ha rotto gli indugi, e un’altra sulla falsa riga di quella che lo ha portato alla vittoria, una sorta OraGhinelli 2.0.

“Più liste non è un male. E’ giusto che ognuno prenda i voti in casa sua - spiega ancora - Ora Ghinelli non è più un esperimento ma una conferma. Questo gruppo è la riproposizione di uno schema dove chi ha a cuore la nostra città si mette a disposizione - non certo per il ritorno economico visto che è davvero inesistente - la lista che creerò baserà le proprie radici sulla consapevolezza di quello che abbiamo fatto negli ultimi cinque anni con lo sguardo rivolto al futuro perché la mia idea di città, vista anche la burocrazia che ci pervade, ha un ambito decennale”.

L'ultimo elemento di certezza, almeno per il momento, è che tra coloro che hanno già reso nota la volontà di aderire alla lista del sindaco c'è l'attuale assessore alle politiche sociali e salute del comune di Arezzo, Lucia Tanti, ex storica attivista di Forza Italia da cui ha preso le distanze per aderire al partito fondato da Toti.

"Questa sarà la mia lista - ha sottolineato l'assessore Tanti - questa è la lista dell'orgoglio di questi 5 anni e della coerenza al progetto di città per i prossimi cinque che ha trovato in Ghinelli la forza e l'armonia".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento