Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tragedia in A1: due bimbi di 10 anni e otto mesi perdono la vita. Inquirenti al lavoro per ricostruire la dinamica

Sono in tutto quattro le persone che hanno perso la vita nell'incidente stradale che si è consumato quest'oggi, 5 giugno, lungo il tratto aretino dell'A1

 

La dinamica dei fatti è ancora al vaglio degli inquirenti. Servirà tempo per comprendere le cause che hanno provocato il terribile schianto dove hanno perso la vita due adulti e due bambini. Una vicenda terribile che si è consumata nel primo fine settimana dalla riapertura dei confini regionali rimasti invalicabili, come noto, fino al 3 giugno a causa dell'emergenza Covid-19. L'incidente stradale che si è verificato lungo la corsia sud dell'A1 nei pressi del casello di Arezzo presenta ancora molti lati da definire. Il bilancio però è purtroppo dei più pesanti. Quattro le vittime tra cui una bambina di 10 anni e un'altra di otto mesi. Sette invece, le persone rimaste ferite nel tremendo schianto che ha coinvolto due vetture e un autoarticolato. 

Sulla vicenda è stato aperto un fascicolo da parte della procura della Repubblica presso il tribunale di Arezzo dove a coordinare gli approfondimenti c'è il pubblico ministero Roberto Rossi. "E' ancora presto per comprendere come sia potuto accadere - spiega il magistrato - purtroppo abbiamo constatato il decesso di quattro persone tra cui due minori". Poche parole quelle pronunciate dal pm che è arrivato sul luogo della tragedia subito dopo l'accaduto. Ancora nessuna certezza anche se, stando alle prime indiscrezioni e alle parole di alcuni testimoni oculari, la monovolume a sette posti sulla quale viaggiavano i deceduti insieme alla propria famiglia avrebbe tamponato un camion fermo nella corsia di emergenza. Nell'urto sarebbe andata a sbattere contro un'altra vettura. Le vittime sono tutte di nazionalità romena e non risiedono in Italia. E’ plausibile, ma anche questo dovrà essere oggetto di riscontro, che dalla Romania stessero raggiungendo qualche familiare residente al sud della Penisola.

Ferite importanti anche quelle riportate dagli altri sette contusi tra cui altri due bambini di 8 mesi e 13 anni. Questi ultimi sono stati trasferiti in codice rosso all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze anche se, al momento, non sarebbero in pericolo di vita. Il più piccolo di loro è la gemellina di quella che ha perso la vita. Per le vittime dell'incidente è stata disposta la ricognizione cadaverica che verrà eseguita nelle prossime giornate.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento