Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

200mila euro per ripulire Arezzo dall'immondizia. Sacchetti: "Vigileremo su Sei Toscana"

Denaro che potrebbe essere facilmente risparmiabile se venissero annientati completamente fenomeni di abbandono urbano e di "ordinaria" inciviltà

 

Il costo degli abbandoni selvaggi di rifiuti e ingombranti è pari a 200mila euro all'anno. Una cifra che, forse, non sarà incisiva nell'intero ciclo dei rifiuti ma che, come valore assoluto ha un peso e una rilevanza notevoli.
Denaro che potrebbe essere facilmente risparmiabile se venissero annientati completamente fenomeni di abbandono urbano e di "ordinaria" inciviltà. Missione sposata dall'assessore Marco Sacchetti e dalla consigliera comunale Meri Stella Cornacchini che nelle ultime settimane sono stati chiamati in causa dai tanti cittadini che hanno lamentato disservizi sulla raccolta e ritiro dei rifiuti.

Il nocciolo della questione, ormai ampiamente nota, è stato il cambio di appalto per quello che concerne il servizio di porta a porta a cooperative esterne da parte di Sei Toscana.
Una scelta del gestore che ha mandato su tutte le furie i cittadini, vittime di disservizi, e l'amministrazione comunale aretina ignara di questo cambio di competenze e incarichi.
Così è stato lo stesso Sacchetti a prendere parola per denunciare come tale indirizzo sia stata una chiara violazione dei termini contrattuali. 

"La situazione - ha sottolineato Sacchetti - ad oggi rimane la solita di inizio settimana. Sei Toscana non si è fatta sentire. Abbiamo però in più aggiunto alla nostra presa di posizione anche quella del direttore della Ato Toscana Sud che attraverso una nota ufficiale ha fatto sapere di essere intenzionato a spedire una diffida nei confronti di Sei Toscana affinché possa essere ripristinato il normale servizio di ritiro e raccolta rifiuti. E' chiaro che situazioni come quella degli scorsi giorni non dovranno mai più ripetersi. Sul territorio mi dicono che ci sono ancora delle criticità. Noi abbiamo già formalizzato tutto quanto e siamo pronti a chiedere risarcimento per i danni subiti".

Sul fronte "lotta ai cialtroni" invece, in prima linea resta la consigliere comunale Meri Stella Cornacchini. Da sempre paladina della lotta al degrado urbano, si è fatta portavoce di più di una criticità per conto degli aretini che, quotidianamente, la contattano con centinaia e centinaia di richieste.

L'intervista a Meri Cornacchini

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento