Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'ingresso allo scavo archeologico? Per piazzare tre paperelle di gomma. E' scontro politico

Caos a Cortona per un'iniziativa di Patria Nostra che denuncia la situazione alla ex Maialina. La risposta al sindaco

 

Polemica politica a Cortona per un'inziativa di Patria Nostra che, puntando l'indice sulle condizioni in cui versa lo scavo archelogico in zona ex Maialina, ha fatto un atto dimostrativo, mettendo nella zona piena d'acqua alcune paperelle di gomma.

Difendiamo la natura - diceva un post ironico su facebook - In uno scenario d’ incomparabile bellezza, a contatto della natura ed in un contesto ambientale unico e prestigioso, nasce in Toscana un’altra riserva inserita nel circuito delle parchi naturali della Regione che patrocinerà l’opera. Questa riserva, come il Parco Naturale dell’Uccellina, offrirà opportunità di lavoro ai giovani ricercatori del territorio che potranno studiare come nidificano e si sviluppano i volatili interessati al fenomeno migratorio nel loro habitat naturale, a due passi da importanti vestigia del passato.

Il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, ha però reagito all'iniziativa, pubblicando il video delle persone che erano entrate nella zona. E chiedendo aiuto ai residenti per riconoscere gli autori del gesto "illegale".

Mauro Turenci, esponente di Patria Nostra, ha così commentato l'azione del Comune:

Questa Amministrazione Comunale pubblica sulla sua pagina Facebook un filmato in cui si vede una persona collocare tre paperelle di plastica sul lago artificiale della Maialina. Si tratta di un luogo non protetto a cui un bambino può accedere con facilità e si può sfiorare la tragedia. Nel post il Comune invita i cittadini a riconoscere il responsabile e a segnalarlo. Prevale la volontà di intimidire, di emarginare, di fare male. Con me cascano male: non mi faccio intimidire. La posta in gioco è altissima. Continuano a consegnare il territorio alla speculazione e spacciano per parco pubblico un giardinetto sotto una rotatoria ad intensa circolazione (...). Noi andiamo avanti e li sfidiamo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento