Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le Sardine (aretine e non) invadono Firenze: "Siamo 40mila e diciamo che la Toscana non si Lega"

Alla manifestazione che si è svolta ieri in piazza della Repubblica a Firenze c'erano anche centinaia di manifestanti aretini che hanno scelto di scendere in piazza per gridare che la "Toscana non si Lega"

 

Per la questura si è trattato di un gruppo di circa 10mila persone. Per gli organizzatori invece in quella piazza ce ne erano 40mila. “Ci avete battuto” ha detto dal palco Mattia Santori, tra i fondatori del movimento, “Siete molti di più di quelli che eravamo a Bologna”.

E così al grido di “I want to break free” dei Queen il popolo delle Sardine ha invaso piazza della Repubblica a Firenze gridando a tutti che “La Toscana non si Lega”.
Un mare di giovani, di over e qualche avventore capitato lì un po’ per caso e un po’ per curiosità.
Da Arezzo sono partiti in centinaia. Tutti pronti a rispondere all’appello di quel movimento che in poco più di una decina di giorni ha conquistato le piazze di una nazione intera.

Due pullman si sono diretti alla volta di Firenze. 108 coloro che sono riusciti a salire sui bus e prendere parte ad una manifestazione che resterà nella storia delle cronache regionali e non solo. 

“Ci sarebbero state ulteriori richieste. Tutto questo è semplicemente incredibile - spiegano sui social gli esponenti locali del movimento - Sappiamo che moltissimi hanno preso il treno da Arezzo e dalla provincia. Grazie infinite, siete fantastici”.


Una grande festa di piazza dove gli unici messaggi condivisi sono stati rivolti a una “visione del mondo libero dall’odio e dal razzismo”.

Una manifestazione dove la politica e i partiti sono stati lasciati in un angolo come ha testimoniato la richiesta di rimozione di una bandiera con falce e martello spuntata in mezzo alla folla. “Senza violenza, per favore toglietela”, hanno pregato gli organizzatori dal palco a chi ha sollevato il vessillo durante la manifestazione.

Tante le famiglie, i ragazzi, i giovanissimi, i bambini, i più adulti. Tutti si sono lasciati conquistare da quel movimento di opinione che non si è arreso e crede che forse, un mondo diverso, un’Italia diversa, sia qualcosa di possibile.

"Così sono nate le 6000 sardine": la storia di Giulia

Le immagini di piazza della Repubblica

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento