Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negrita show al Petrarca, scatta il tour dei 25 anni. L'omaggio di Pau: "Arezzo, sei bellissima"

Ieri sera il debutto di un tour che accompagnerà la band aretina in giro per i teatri d'Italia

 

Ieri è ufficialmente cominciato il nuovo tour dei Negrita: "La Teatrale+Reset Celebration".

Dopo ben 8 anni la band aretina è tornata a suonare nella propria città e lo ha fatto esibendosi per la prima volta in assoluto al Teatro Petrarca, nella prima delle tre date che aprono la loro lunga tournée nei teatri d'Italia che si chiuderà il 2 marzo a Verona.

"Benvenuti: questa è la prima data di una tournée infinita, siamo partiti l'anno scorso, ricominciamo adesso e finiremo a marzo. Siamo felicissimi di fare questo debutto a casa nostra, questo è il teatro della nostra città. Siamo particolarmente orgogliosi di iniziare da Arezzo, diciamo anche che erano 8 anni che non suonavamo in città: siamo felicissimi. Se vi fate sentire e ci fate sentire il vostro affetto ci farebbe piacere".

Con queste parole Pau, il frontman dei Negrita, ha salutato il pubblico presente dopo aver aperto il concerto con il brano "Ho imparato a sognare".

"Vi raccontiamo velocemente - continua Pau - che cosa è per noi questo tour. Solitamente i Negrita sono elettrici, suonano nei club, nei palasport, però noi abbiamo optato, per questo anniversario importantissimo di 25 anni di attività di questa band, per un tour nei teatri perché avevamo voglia di portare alla nostra gente l'essenza di questo gruppo, quindi non solo il volume, le chitarre distorte e la potenza sonora, ma anche quella che è la nostra idea di musica. Con questa veste risultano sicuramente di più, vengono fuori le composizioni, le parole. Spero che vi piaccia tanto, è anche un buon motivo per tirar fuori i pezzi che magari non suoniamo da tanti anni".

Un debutto che ha entusiasmato tutto il pubblico che ha fatto fatica a rimanere seduto al proprio posto, le persone nei palchetti hanno seguito l'intero concerto stando in piedi, accompagnando passo dopo passo le canzoni della band.

Più di due ore di concerto nel quale hanno cantato le canzoni più celebri di questi 25 anni di carriera, tra cui anche Hollywood idealmente dedicata all'Arezzo degli anni '80.

"Questa è una città che è diventata migliore negli ultimi anni, adesso è una città che si fa vivere e si fa conoscere. Una città molto diversa rispetto a quella degli anni '80 dove noi ragazzi ci sentivamo isolati dal resto del mondo. Hollywood è un atto di amore per Arezzo".

Tra un brano e l'altro anche il saluto al sindaco Ghinelli. Proprio il primo cittadino ha postato su facebook un commento sulla serata.

"Magnifico concerto dei Negrita al Petrarca! Le sonorità di questa fantastica band aretina adattate alla performance in teatro, insieme al pathos di una prestazione per lungo tempo attesa a casa loro ha creato la magia. Bravi!".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento