Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inchiesta rider: oltre 1000 fattorini ascoltati dai carabinieri per approfondire la gestione del rapporto di lavoro

Le attività di indagine si sono svolte su strada e, contestualmente, in tutte le province, Arezzo compresa

 

Oltre mille addetti al trasporto di cibo e vivande sono stati "intervistati" durante il fine settimana dai Carabinieri del comando tutela lavoro e tutte le province. A darne notizia è direttamente l'Arma che sottolinea come ad essere stati ascoltati sono stati appunto coloro che operano per le principali piattaforme virtuali del food delivery.

Le indagini attualmente in corso, delegate all'unità specializzata dell'Arma direttamente per conto della Procura della Repubblica di Milano, riguardano la gestione del rapporto di lavoro da parte delle piattaforme. Stando infatti ai contenuti di una serie di denunce effettuate nei giorni passati, sarebbe emerso il fenomeno del caporalato. Molti lavoratori, a volte in attesa del permesso di soggiorno, sarebbero costretti a cedere una parte del loro guadagno e accettare corse ed orari scomodi. Lo scandalo ha portato al commissariamento di Uber.

Le attività di controllo dei Carabinieri si sono svolte su strada ed hanno consentito di ''fotografare'' attraverso la voce dei lavoratori, le condizioni reali, le modalità di svolgimento del servizio e le forme di tutela loro garantite, sia sotto il profilo della sicurezza che sanitario. 

I controlli sono stati eseguiti anche nella provincia di Arezzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento