"Babbo sarebbe contento di vederci vincere la Giostra". Roberto Felici ricorda il padre Giancarlo

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

"Babbo sarebbe più felice se riuscissimo a spezzare la routine degli ultimi giorni".
Roberto Felici, figlio di Giancarlo, parla così al termine della cerimonia di consegna dei premi ai giostratori che si è svolta all'interno della sala consigliare di Arezzo.

L'attuale rettore di Porta del Foro si è detto "onorato di apprendere che la prova generale di settembre della Giostra del Saracino sarà corsa in memoria di mio padre. E' stato lui ad insegnarmi i valori di questo mondo e lui è sempre vicino a me. Scenderemo in lizza cercando di rendere onore alla Prova Generale anche se, sono convinto, sarebbe più felice di vederci trionfare in piazza conquistando le lance d'oro".

Prova Generale del 20 giugno 2019

Antonio Bonacci (20.7.1958 – 23.11.2018)

Stimato avvocato, uomo di Giostra e grande appassionato, Antonio Bonacci ha ricoperto per la manifestazione il ruolo di magistrato nel corso degli ultimi due mandati dal 2013 al 2018 distinguendosi  per serietà, imparzialità ed esemplare correttezza. Uno dei pochi casi, il suo, in cui l’amore per la Giostra, se pur vissuta da sempre attraverso l’impegno del fratello Giovanni, presidente degli Sbandieratori, gli è stata trasmessa dal figlio, Francesco, sostenitore del quartiere di Porta Sant’Andrea.

Figura carismatica e solare, dalla grande personalità, controllore autorevole, sempre disponibile, Antonio Bonacci ha saputo dare moltissimo, negli anni, alla manifestazione e alla città ricoprendo i suoi incarichi nel ruolo di magistrato con irreprensibilità e professionalità e al tempo stesso grande passione e fortissimo senza di appartenenza.

Il suo entusiasmo nell’essere partecipe ad ogni evento della Giostra del Saracino, la sua positività e il suo desiderio più volte manifestato di rimanere al servizio della manifestazione,  rimarranno nel  ricordo di tutti coloro che hanno avuto la possibilità di conoscerlo ed apprezzarlo.

Prova Generale del 30 agosto 2019

Giancarlo Felici (28.7.1937 – 24.11.2018)

Una vita spesa al servizio della Giostra del Saracino, della città e del mondo dell’associazionismo aretino. Storico rettore del quartiere di Porta del Foro, di cui fino all’ultimo è stato rettore onorario, Giancarlo Felici ha ricoperto la massima carica per il quartiere della Chimera dal 1990 al 2007 con la passione, la dedizione e lo spirito d’innovazione che hanno sempre contraddistinto il suo operato.

Rettore più vittorioso della storia giallo cremisi, sotto la sua guida Porta del Foro ha conquistato dieci lance d’oro.

Memoria storica, mente brillante, fucina di idee e progettualità, Felici è stato tra i fondatori dell’Istituzione Giostra del Saracino ed ha contribuito, nel suo ruolo, alla crescita e al progresso della manifestazione.

Figura amata e rispettata dal suo quartiere così come da quelli avversari, autorevole guida per le nuove generazioni, Felici ha lasciato un’importante eredità a tutto il mondo giostresco.

Il tempo trascorso a parlare di Giostra per chi ha avuto l'onore e il privilegio di condividerlo con lui, le sue idee,  i progetti, sono il ricordo più bello che tutti gli appassionati di Giostra porteranno sempre con sé.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Vende rose al ristorante, diventa chef. Il titolare: "L'ho assunto per evitargli l'espulsione. Ho scoperto un talento"

  • Video

    "Guardateli e fate attenzione", video virale sui presunti ladri. Indagini dei Carabinieri

  • Video

    In viaggio da Palazzo del Pero fino a Poppi sotto la neve: il video tour

  • Video

    Arno in piena a Rassina, le immagini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento