Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Scatta l'agitazione sindacale per i dipendenti Cinpa. Cgil e Uil: "Pronti allo sciopero"

Sono i rappresentanti dei lavoratori a respingere l'eventualità di un concorso pubblico per l'individuazione dei navigator

 

Le professionalità ci sono già, operano ogni giorno all’interno del Centro per l’impiego e fanno parte del Cinpa, società del Consorzio servizi lavoro che gestisce, con affidamento temporaneo, la struttura di via Piero della Francesca.

Sono i rappresentanti sindacali di Cgil e Uil a dirsi particolarmente preoccupati per le conseguenze dell’applicazione del decreto dignità e reddito di cittadinanza visto che, tra le altre disposizioni, viene introdotta la figura del navigator, professionalità che potrebbe essere ricercata fuori dal Cinpa con un bando pubblico regionale.

Assunzioni come navigator: si moltiplicano le richieste al Centro per l'Impiego di Arezzo

“Questi lavoratori - spiegano Claudio Banconi (Cgil) e Diego Loreto (Uil) - ritengono che i navigator e le figure professionali indispensabili al rilancio dei Centri per l’impiego debbano essere individuate prioritariamente tra coloro che da anni, sempre al fianco e in collaborazione coi dipendenti pubblici, svolgono questo servizio in veste di operatori presso gli stessi Centri per l’impiego. Nel caso di Arezzo si tratta proprio dei lavoratori Cinpa che più di altri posseggono la preparazione, i titoli e le competenze per svolegere questa tipologia di incarico visto che hanno già superato varie selezioni pubbliche per esercitare questi ruoli”.

Una disponibilità che però, secondo i sindacati, non coinciderebbe con le intenzioni della Regione Toscana.

"Lavoratori formati da anni, perché i navigator?". Il caso Arezzo

"L'ente sembra che intenda reclutare - proseguono i sindacalisti - queste figure nell’ambito di una platea di esterni aspiranti. Una decisione che non salvaguarda le professionalità attive nel settore da quasi vent'anni. Ma non solo, benché i dipendenti Cinpa operino con mezzi e in strutture pubbliche, si vedono applicato un contratto di diritto privato. Anche questo è un fatto di notevole importanza.
Dato che la Regione Toscana deve provvedere all'assunzione di certe figure porfessionali, chiediamo che lo faccia attingendo al capitale umano già in forza ai Centri per l'impiego. Per i lavoratori Cinpa rifiutiamo tassativamente la possivilità di concorso pubblico e chiediamo che vengano tutti stabilizzati dalla Regione Toscana così come è avvenuto in altre province. Per queste ragioni annunciamo lo stato di agitazione e se le nostre richieste non troveranno risposta siamo pronti a scioperare sotto la sede del governo toscano”.

Potrebbe Interessarti

  • Frassineto un altro cuore spezzato: fango, detriti e mobili da buttare. Operazioni ancora in corso

  • Il Passo dei Mandrioli diventa quello Del Ringo. L'anonimo omaggio al biker subbianese

  • Vita da lupi: cuccioli a spasso e adulti a caccia. Le immagini rubate nel Parco

  • Marito e moglie si perdono sul cammino di San Francesco e chiamano i carabinieri. Recuperati in elicottero dai vigili del fuoco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento