"Cialtroni attenti a voi". Arriva Arezzo Clean, la app anti degrado

Un sistema di informazione diretto tra cittadini e amministrazione comunale su tutto quello che riguarda la raccolta e abbandono rifiuti

Si chiama “Arezzo Clean” ed è la nuova app creata dall'amministrazione comunale per dichiarare guerra aperta a tutti i "cialtroni".

Uno strumento agile e semplice che "consentirà ai cittadini un aggiornamento continuo e completo sul servizio di raccolta rifiuti e spazzamento attivi sul comune".

Scaricabile gratuitamente, da mercoledì 28 novembre sui principali sistemi operativi (Android e iOS), l’applicazione è divisa in nove sezioni.

Dizionario dei rifiuti: per ogni rifiuto sarà indicata la modalità di conferimento.
Raccolta rifiuti stradale: una mappa interattiva con tutte le postazioni dei cassonetti, compreso il calendario degli svuotamenti.
Raccolta porta a porta: il calendario e le modalità di esposizione per le aree servite con il porta a porta.
Raccolte speciali: una mappa interattiva dei punti di raccolta di oli alimentari usati.
Ritiro a domicilio: il modulo di richiesta del ritiro degli ingombranti a domicilio. Centri di raccolta: gli orari di apertura dei Centri di raccolta e l’elenco dei rifiuti conferibili.
Spazzamenti: il calendario degli spazzamenti e l’indicazione dei divieti di sosta per questo servizio, per cui sarà possibile attivare anche il messaggio di avvertimento.
Segnalazioni: consentirà l’inserimento di foto di segnalazioni per ogni tipo di disservizio.
Regole e sanzioni: le semplici regole di comportamento da seguire e le possibili sanzioni per gli incivili.

L’app è stata presentata dall’assessore all’ambiente Marco Sacchetti che ha spiegato: “si tratta di un sistema innovativo che punta sull’immediatezza e l’efficienza. Il tema dei rifiuti è molto sentito sia dall’amministrazione che dai cittadini e con questo strumento si ha la possibilità di avere non solo tutte le informazioni sulla raccolta e lo spazzamento, ma anche di segnalare i furbetti, con tanto di documentazione fotografica, geolocalizzata e con l’orario, che abbandonano i rifiuti fuori dalle sedi preposte. E di conoscere le sanzioni per chi sgarra. Una app insomma che ha a cuore in primo luogo la pulizia e il decoro del territorio comunale, ma anche la sicurezza”.

E’ intervenuta anche la consigliera comunale Meri Stella Cornacchini: “da tempo porto avanti una battaglia per segnalare situazioni di abbandono dei rifiuti, anche ingombranti, che purtroppo non sono nuove ad Arezzo. Da ‘sentinella del degrado’ quale sono ritengo questa applicazione molto utile. Non solo perché consente di comunicare in un canale unico e in diretto contatto con l’amministrazione azioni incivili, ma anche perché fornisce al cittadino tutti gli strumenti per operare una raccolta dei rifiuti corretta e rispettosa dell’ambiente. In questa maniera, contro chi non rispetta le regole, non ci sono più scuse che tengano”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

  • New Delhi, oltre 30 decessi sospetti in Toscana. L'infettivologo di Arezzo: "Vi spiego come si previene"

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Fare la spesa risparmiando, la guida di Altroconsumo: ecco la classifica dei supermarket di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento