Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Arezzo Fiere, bilancio approvato all'unanimità con 4,5 milioni di perdite. Bianchi confermata

Un cammino non facile dunque quello di Arezzo Fiere, ma un percorso di risanamento intrapreso. "Prima finanziario e poi sarà anche un risanamento commerciale" ha specifica Bianchi

 

Bilancio approvato all'unanimità, Sandra Bianchi confermata amministratore unico con a fianco i professionisti Luca Benvenuti e Francesco Bonelli. 

Arezzo Fiere continua così il suo cammino di risanamento, prima finanziario e poi commerciale. 

"E' stata una bella assemblea che ha visto l'unità di intenti dei soci presenti" ha commentato Sandra Bianchi al termine. Presenti il Comune di Arezzo con il sindaco Ghinelli, Angiolino Piomboni per la Provincia, le categorie economiche, gli orafi di Confindustria con Giordana Giordini, gli artigiani con Ferrer Vannetti e la Camera di Commercio con il presidente Massimo Guasconi e il segretario generale Giuseppe Salvini. Anche alcuni soci privati, aziende orafe hanno voluto essere presenti.

"Mi era stato chiesto di fare chiarezza e questo ho cercato di fare, portando un bilancio che evidenzia una perdita di 4,5 milioni di euro, che dall'analisi dei documenti contabili si vede come dipenda dalle partite straordinarie, sono state accantonate tutte quelle somme passive che con quasi ragionevole certezza impatteranno sul bilancio della società, la voce più consistenze è rappresentata dai debiti per l'Imu che sono effetivamente dovuti al Comune, che ammontano a circa 2 milioni e mezzo di euro. A fine maggio abbiamo aderito alla definizione agevolata che ci fa risparmiare, ma restano circa due milioni di euro."

Nulla di definito su come affrontare questa partita, dal Comune c'è ancora la disponibilità a valutare l'acquisizione in cambio dell'auditorium che però dovrà essere fatto periziare.

Alcune porzioni immobiliari della struttura, considerate non strategiche sono in sostanza in vendita, Arezzo Fiere ha già ricevuto manifestazioni d'interesse da enti pubblici e da privati.

"Vediamo se si concretizzeranno, perché permetterebbero di avere entrate di liquidità e abbattere costi per Imu, e manutenzioni."

Personale

"Non sono previsti tagli al personale - ha specifica Bianchi - semmai qualche aggiustamento nell'orario di lavoro, ma nessun taglio."

Accordo con Ieg

"Il contratto in essere funziona e non ci sono criticità al momento, a ottobre ci sarà Gold Italy. Le trattative per l'accordo stanno andando avanti."

Un cammino non facile dunque quello di Arezzo Fiere, ma un percorso di risanamento intrapreso. "Prima finanziario e poi sarà anche un risanamento commerciale" ha specifica Bianchi "Porteremo avanti la cessione della collezione Oro D'Autore alla Regione Toscana per incrementare il museo dell'oro della Fraternita e procederemo sicuamente con la cessione di qualche immobile non strategico."

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento