"Andavo al lavoro in 20 minuti. Senza E45 ci metto quasi 2 ore". La video-odissea dell'impiegato

Un'ora e tre quarti per percorrere la strada alternativa da San Piero in Bagno a Pieve Santo Stefano sotto la neve

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Di solito impiegava 20 minuti per percorrere i 25 chilometri che separano casa sua dal posto di lavoro. L'altra mattina, sotto la neve, ci ha messo invece quasi due ore per arrivare in ufficio. E' l'odissea documentata da Luca Tarducci, impiegato di banca, che ha realizzato un video (grazie a un cellulare posizionato come camera-car sul cruscotto dell'auto) per testimoniare il disagio di percorrere quotidianamente l'alternativa alla E45, in particolare in questi giorni di maltempo.

I chilometri da percorrere - racconta - sono raddoppiati. Abito a San Piero in Bagno, frazione di Bagno di Romagna, in provincia di Forlì-Cesena. E tutte le mattine devo arrivare a Pieve Santo Stefano, alla filiale di Banca Cr Firenze. Prima passavo dalla quattro corsie, che la E45 è chiusa, adesso devo percorrere 50 chilometri all'andata e altrettanti al ritorno, magari in mezzo alla neve, passando da Verghereto e Le Balze". Un'odissea, tanto più in questi giorni. "Senza neve impiego un'ora e un quatro per coprire i 50 km. L'altra mattina, con la strada imbiancata, mi ci è voluta un'ora e Tra ltre quarti per arrivare a Pieve Santo Stefano. Assurdo". 

La decisione sulla possibile riapertura al traffico leggero della procura di Arezzo, intanto, è slitatta all'inizio della prossima settimana. 

san-piero-pieve-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Quasi una tromba d'aria: ecco il "funnel" a Cesa. Il video dell'impressionante fenomeno atmosferico

  • Cronaca

    Sniffa cocaina in via Filzi sul muretto della futura sede dei vigili urbani

  • Video

    "Ciao Renzo, sei sempre con noi". Il mondo dello sport ricorda Francesco Renzetti

  • Video

    Traffico illecito di schede elettroniche per ricavarne metalli preziosi: la regìa aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento