L’Arezzo a Grosseto mentre la società vola verso la cessione delle quote

La squadra amaranto gioca di mercoledì a Grosseto contro il Gavorrano una partita non facile, visto che la matricola maremmana da qualche partita ha cambiato allenatore e ha cominciato a macinare gioco e risultati. Ma l’aspetto sportivo proprio in queste ore sembra passare in secondo piano per via delle trattative in essere a livello societario, […]

Gianni Brunacci
Gianni Brunacci
Invia per email  |  Stampa  |   7 novembre 2017 3:07  |  Pubblicato in Tutte le categorie, Rubriche, Spigolando, Accade oggi




La squadra amaranto gioca di mercoledì a Grosseto contro il Gavorrano una partita non facile, visto che la matricola maremmana da qualche partita ha cambiato allenatore e ha cominciato a macinare gioco e risultati. Ma l’aspetto sportivo proprio in queste ore sembra passare in secondo piano per via delle trattative in essere a livello societario, dove il passaggio di proprietà pare imminente.

E’ indubbiamente difficile per Pavanel e i suoi ragazzi mantenere la concentrazione sul campo e sull’avversario di turno, eppure l’Arezzo non può distrarsi, perché deve fare punti anche in vista dell’imminente penalizzazione. Le prossime tre avversarie (Gavorrano fuori, Pro Piacenza e Cuneo in casa) appaiono alla portata di Moscardelli e soci, ma occorrerà dare il massimo senza farsi distrarre dal contorno.

E’ un momento delicato, nel quale un allenatore esordiente come quello dell’Arezzo avrà bisogno di comportarsi da tecnico navigato, tra l’altro facendo i conti con l’assenza di Cenetti a centrocampo e di due difensori come Varga e Muscat, entrambi impegnati con le rispettive nazionali.

Forza Arezzo! Sempre e comunque.

 

 Gianni Brunacci 
Gianni Brunaccinato nel 1959 ad Arezzo, è scrittore, giornalista e fotografo. Dal 2006 collabora con varie testate televisive e giornalistiche, sia cartacee che online. Attualmente scrive e fotografa per Arezzo Notizie, l'Altrapagina e Top Life Magazine.
Altre dall'autore »