Volley Arezzo promosso in serie D

Grande soddisfazione per il Volley Arezzo

I ragazzi guidati da Lunetti dopo una splendida annata riesco a conquistarsi un'inaspettata promozione nella categoria  Regionale. Lunetti aveva un gruppo giovanissimo assemblato con ragazzi del vivaio e 4-5 elementi appena fuori dalle giovanili che aveva l'obiettivo primario di crescita e di fucina per la squadra superiore.

Queste le parole del tecnico questa storica impresa: "Un super risultato per un meraviglioso gruppo. Si perché questo risultato è il frutto del lavoro e dell'Unione di ogni singolo componente della squadra: 18 giocatori che con passione e determinazione da fine agosto hanno iniziato a lavorare. Si pensi che all'inizio eravamo molto meno in palestra e via via si sono aggiunti nuovi ragazzi che addirittura non avevano giocato mai a pallavolo. Con l'aiuto di giocatori di esperienza che ritornavano in palestra dopo qualche anno di stop come (Cap) Spinello e Gallorini, di Marku proveniente dalla serie C ma venuto in prima divisione a causa di un'operazione al ginocchio a settembre Questi ragazzi si sono messi a disposizione del gruppo già esistente composto dai giovani Barneschi Occhini Lo Franco,Nataletti e Masetti D'aniello, Benigni, Lambardi e Chiappini il tutto con il supporto fondamentale dei 'vecchi' Schiatti e Martinelli sempre disponibili e propositivi . Con l'ausilio dei nuovi arrivati Vigiani Liu Gjoka Mori e Cerbini.  Questo gruppo si è unito così tanto da superare infortuni e ogni tipo di problema per ben 10 mesi. Ribadisco che il segreto è il gruppo perché chi avuto la possibilità di giocare di più e di raggiungere questo risultato deve ringraziare gli altri ragazzi che ogni allenamento si sono dedicati ad allenarli nel migliore dei modi."

Un cammino netto fino alla fase finale con risultati contrastanti che però avete saputo sfruttare a vostro vantaggio, ci spieghi meglio coach: "La finale contri Migliarino è stato un doppio confronto veramente combattuto ad un ottimo livello di gioco anche se nella prima partita in casa nostra il gioco spesso è stato condizionato dal nervoso per la posta in palio. Infatti in vari momenti il gioco era confusionario e pieno di errori ma avanti 2 1 per 24 22 ci è mancata la giusta determinazione per chiudere e giustamente ne ha approfittato Migliarino. Che sulla scia dell'entusiasmo si è  conquistata meritatamente gara 1 al tie-break.

Tutt'altra storia mercoledì a Migliarino per gara 2.

I ragazzi sono scesi in campo estremamente concentrati e determinati e grazie ad una ottima battuta, una eccellente difesa e soprattutto ad una straordinaria gestione delle palle difficili che non hanno dato ossigeno agli avversari costringendoli sempre a forzare il gioco e quindi spesso a sbagliare.

Inoltre alla fine del secondo e del terzo set il Migliarino è andato sotto pressione aiutandoci con alcuni falli di posizione che affossavano il morale dei padroni di casa mentre rafforzano la consapevolezza della rimonta e della promozione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento