Pallavolo Casentinese, una stagione indimenticabile

La squadra allenata da Simone Conti ha vinto il campionato comitato Etruria ed è arrivata seconda a livello regionale

Prendi cinque ragazzini, metti loro accanto un allenatore “di razza”, aggiungi l’entusiasmo delle piccole cose, concludi con un impegno che viene dal cuore. Il risultato sarà una grande vittoria. Questa è la ricetta che ha portato la Pallavolo casentinese, il settore giovanile (under 13) allenato da Simone Conti (Daniele Maggi allenatore in seconda), a vincere il Campionato Comitato Etruria (Arezzo-Siena) con il 3x3 dando accesso alla fase regionale.

Narciso Lomonico, Presidente del Volley Casentino commenta: “Una soddisfazione immensa, provata poche volte in tanti anni di militanza sportiva. Ci siamo trovati nel concentramento regionale accanto a città importanti che contano su divisioni blasonate. Perfetti sconosciuti che hanno raggiunto l’olimpo in questo tipo di gioco. Questi ragazzi sono entrati nelle prime sei accedendo alla Final Sixt disputata a Pontedera. Eravamo tra i grandi: Livorno, Firenze, Prato, Massa Carrara… piccoli, piccoli che si sono distinti su tutti. In finale abbiamo perso col Torretta Livorno per 2 a 1, arrivando secondi a livello regionale”.

L’allenatore Simone Conti ha raccontato di ragazzi determinati, nonostante la giovane età, di ragazzi seri, modesti eppure consapevoli delle loro possibilità; racconta di momenti magici e unici: il direttore sportivo del Torretta Livorno che si complimenta con lui e con i ragazzini casentinesi, ma soprattutto il Palazzetto di Pontedera che ad un certo punto inizia ad inneggiare all’unisono “Casentino! Casentino!”. Il palazzetto che si tinge dei colori della nostra vallata, fino a quel momento sconosciuta.

Simone commenta: “Molti genitori sono dovuti uscire per contenere l’emozione e anche noi in campo, accanto ai ragazzi, abbiamo fatto fatica a nascondere tutta l’eccitazione che in quel momento ci ha scosso. Questi ragazzi, che tre anni fa sono entrati in palestra per la prima volta e si sono impegnati ben al di là di ogni aspettativa hanno fatto alla loro terra un grande regalo. Tengo a dire che questo piccolo gruppo è il frutto di un impegno corale che include anche i 18 ragazzi che con loro hanno fatto tutto il percorso fino ad oggi. Nello sport non si arriva mai da soli, anche quando soli significa una squadra. Dietro a loro cinque c’è un mondo di affetto, compagni, dedizione, serietà di una società, amore per lo sport”.

I magnifici cinque sono: Francesco Conti, Leonardo Bertelli, Matteo Maggio, Lorenzo Serafini, Giovanni Paoli.

“I semi di un futuro radioso - quello che ricorda del Casentino degli anni Novanta, sono stati messi a dimora. Adesso tocca a tutti a noi, ad una comunità accogliente e pronta a cogliere anche i segni di un cambiamento” commenta Lomonico.

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Tre scosse di terremoto avvertite in Casentino, Valtiberina e Arezzo: l'epicentro è in provincia di Forlì

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento