Tornano ad accendersi i riflettori al Re De Fonti

Sono tornate ad accendersi le luci dei riflettori al Re De Fonti, uno dei campi da calcio storici della provincia di Arezzo. Dopo anni in cui il campo e lo stabile degli spogliatoi erano stati lasciati all'incuria, la struttura di Le Poggiola è...

ReDeFonti

Sono tornate ad accendersi le luci dei riflettori al Re De Fonti, uno dei campi da calcio storici della provincia di Arezzo.

Dopo anni in cui il campo e lo stabile degli spogliatoi erano stati lasciati all'incuria, la struttura di Le Poggiola è tornata a nuova vita. Dall'addio della locale squadra di calcio ai campionati FIGC l'impianto sportivo era rimasto attivo ospitando le formazioni UISP fino a sette anni fa.

Da allora nessuno era più sceso in campo al Re di Fonti oggi ribattezzato Re De Fonti e che, dopo aver visto rinnovare la struttura che ospitava gli spogliatoi e il campo da gioco, ha cambiato volto. Via le erbacce e i segni lasciati dall'incuria e dal tempo, come sporcizia, rifiuti e addirittura siringhe. Oggi l'impianto è diventato un innovativo centro sportivo con 6 campi da calcetto e uno da calcio a 8 regolamentari, ma la cosa più importante è il fondo. Niente erba sintetica, ma un morbido tappeto verde in erba naturale.

Il Re De Fonti infatti è la prima struttura nella quale saranno ospitate partite e prenderanno il via campionati e tornei di calcio a 5 e a 8 che verranno disputati su erba naturale. In assoluto il primo impianto sportivo del genere in provincia di Arezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Twitter @ArezzoNotizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

  • Esami di guida, ipotesi rivoluzione: candidato solo in auto senza esaminatore né istruttore. Protestano le autoscuole

  • "Non ci credo, il giorno più brutto della mia vita. Addio Tom"

  • "Così precipitò l'incubo dei cieli", ritrovato in Casentino l'aereo dell'asso della Luftwaffe

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento