La 'Fase 2' dello sport: le linee guida per la ripresa in sicurezza

Le norme a cui chi pratica attività sportiva e chi gestisce siti sportivi dovranno seguire alla lettera

Da parte del Governo arrivano le linee guida anche per la 'Fase 2' dello sport, alle quali devono attenersi tutti i soggetti che gestiscono, a qualsiasi titolo, siti sportivi, o comunque ne hanno la responsabilità. Il documento è presentato come un indirizzo generale con carattere temporaneo e strettamente legato all’emergenza. Le linee guida sono state elaborate dall’ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto della società Sport e Salute S.p.A. e viene emanato d’intesa con il Coni e il Cip, sentite le Federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva di riferimento.

Scarica il documento

Pratiche di igiene

All’interno di ogni luogo destinato allo svolgimento di attività fisica e sportiva (con o senza attrezzature) dovrà essere garantita la possibilità di effettuare le seguenti pratiche igieniche:

  • Lavarsi frequentemente le mani, anche attraverso appositi dispenser di gel disinfettanti.
  • Mantenere la distanza interpersonale minima di 1 metro, preferibilmente 2, in caso di attività metabolica a riposo. Ad esempio per gli utenti in caso di attesa, riposo e inoltre per tutti gli operatori sportivi.
  • Mantenere la distanza interpersonale minima adeguata all’atto motorio, al carico metabolico e alle altre misure di mitigazione disponibili.
  • Non toccarsi mai occhi, naso e bocca con le mani;
  • Starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; se non si ha a disposizione un fazzoletto, starnutire nella piega interna del gomito.
  • Evitare di lasciare in luoghi condivisi con altri gli indumenti indossati per l’attività fisica, ma riporli in zaini o borse personali e, una volta rientrato a casa, lavarli separatamente dagli altri indumenti.
  • Bere sempre da bicchieri monouso o bottiglie personalizzate.
  • Gettare subito in appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati (ben sigillati).
  • Vietare lo scambio tra operatori sportivi e personale comunque presente nel sito sportivo di dispositivi (smartphone, tablet, ecc.) e di attrezzi sportivi; in alternativa, prevedere adeguate sanitizzazioni.
  • Sanificazione ad ogni cambio turno.

In aggiunta, coloro che praticano l’attività, hanno l’obbligo:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • di disinfettare i propri effetti personali e di non condividerli (borracce, fazzoletti, attrezzi, ecc..);
  • di arrivare nel sito già vestiti adeguatamente alla attività che andrà a svolgersi o in modo tale da utilizzare spazi comuni per cambiarsi e muniti di buste sigillanti per la raccolta di rifiuti potenzialmente infetti;
  • di non toccare oggetti e segnaletica fissa.

Regole_sport_coronavirus_fase2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • Obbligo di mascherine sempre, ecco cosa dice l'ordinanza del sindaco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento