Poche emozioni e zero gol. L’Arezzo strappa un punto ad Ancona

Non vanno oltre lo 0-0 Arezzo e Ancona. Capuano conferma a sorpresa il 4-3-1-2 con alcuni avvicendamenti in difesa. Cornacchini risponde con il 3-5-2. Poche emozioni nonostante alcune buone palle gol per entrambe le squadre. Pari risultato giusto.

Matteo Marzotti
Matteo Marzotti
Invia per email  |  Stampa  |   13 marzo 2016 19:20  |  Pubblicato in Sport, Calcio

Articoli correlati



arezzo-pontedera (5)

L’Arezzo non riesce a sfatare il tabù del “Del Conero” tornando da Ancona con un punto.

Le anticipazioni della vigilia vengono spazzate via a pochi minuti dal calcio d’inizio. Capuano dopo aver affermato che non avrebbe mai usato il 4-3-1-2 senza Bentacourt fa marcia indietro e non solo conferma il modulo, ma decide di apportare dei cambiamenti nella linea difensiva. Ecco quindi Brumat per Carlini e Milesi per Panariello mentre in attacco a far coppia con Giuseppe Greco c’è Ettore Mendicino. Nessuna sorpresa in casa Ancona con Cornacchini che si affida al consueto 3-5-2.

La partita è piacevole, si gioca su buoni ritmi con continui capovolgimenti di fronte. L’Arezzo però nonostante il trio offensivo non riesce a sporcare i guanti di Lori nella prima frazione di gara. Decisamente meglio i padroni di casa sotto questo punto di vista. Il primo tentativo porta la firma di Di Ceglie che dai 25 metri lascia partire un tiro sul quale Baiocco si fa trovare pronto. Al 26′ Cazzola, tra i migliori del primo tempo, scenda sulla destra e mette al centro un pallone che rimbalza nell’area piccola senza trovare la deviazione di un compagno. Prima del’intervallo ecco un altro brivido per l’Arezzo con Cognigni che su calcio d’angolo devìa il pallone verso la porta amaranto con Baiocco che riesce a bloccare sulla linea. L’arbitro però ferma tutto e ammonisce l’attaccante, reo di aver toccato il pallone con la mano. Al 45′ occasionissima per Mendicino che lanciato a rete da Tremolada lascia partire un diagonale che si spegne a pochi centimetri dal palo.

La ripresa si apre con ritmi decisamente più bassi. Cornacchini vuole dare più mobilità al proprio attacco e inserisce Frediani per Libertazzi, ma è l’Arezzo ad andare vicino al gol. Capece lancia per Medicino che va via di forza  Radi e appoggia all’indietro per il piatto di Tremolada che colpisce il palo. Alla mezz’ora si rianima l’Ancona che prova a sfondare sulla destra con Frediani. La difesa amaranto regge l’urto e riesce a preservare la porta di Baiocco tenendo alta l’attenzione sui cross  dagli esterni. L’Arezzo, che nel frattempo ha sostituito Greco con Defendi, fa fatica nel riportarsi in avanti dove Mendicino gioca soprattutto con il fisico per fronteggiare Konate. Nei minuti finali ci prova ancora l’Ancona con Cazzola ma Baiocco ci mette una pezza per dirgli di no. Al 90′ Capuano manda dentro anche Bismark facendo esordire in prima squadra il giocatore prelevato a gennaio dalla Primavera del Chievo e aggregato alla Berretti. Il risultato non cambia con l’Arezzo che torna da Ancona con un punto.

ANCONA (3-5-2): 1 Lori; 2 Parodi, 6 Radi, 5 Konate (32′ st 15 Bambozzi); 7 Cazzola, 10 Casiraghi (42′ st 20 Sassano), 8 Paoli, 4 Di Ceglie, 3 Pedrelli; 9 Cognigni, 11 Libertazzi (1′ st 21 Frediani).
A disposizione: 12 Polizzi, 13 Di Sabatino, 14 Gelonese, 16 Bussi, 17 Adamo, 18 Velocci, 19 Di Dio, 20 Sassano, 22 Hamlili.
Allenatore: Giovanni Cornacchini.

AREZZO (4-3-1-1): 1 Baiocco; 2 Brumat, 3 Madrigali, 5 Milesi, 6 Sabatino; 4 Benedetti (33′ st 15 Pugliese), 8 Capece, 7 Feola; 10 Tremolada; 9 Greco (25′ st 21 Defendi), 11 Mendicino (45′ st 20 Bismark).
A disposizione: 12 Ronchi, 13 Panariello, 14 Carlini, 16 Gambadori, 17 Masciangelo, 18 Mariani, 19 Varano.
Allenatore: Ezio Capuano.
ARBITRO: Maggioni di Lecco (Zanetti di Portogruaro – Moraglia di Verona).
RETI: .
Note – Recupero: 1′ + 5′. Angoli: 9 a 2 per l’Ancona. Ammoniti: pt 31′ Greco, 43′ Cognigni; st 17′ Milesi, 19′ Paoli e Tremolada, 39′ Mendicino.

Lega Pro girone B 26 giornata
Teramo – Carrarese 0 – 0.
Lucchese – Rimini 2 – 0.
Tuttocuoio – Lupa Roma 1 – 1.
Pisa – Savona 2 – 0.
Pistoiese – Prato 2 – 2.
Santarcangelo – L’Aquila 2 – 0.
Spal – Maceratese 1 – 4.
Siena – Pontedera, domenica ore 17:30.

Articoli correlati:
La classifica

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus