Lo sport trasforma in festa un giorno di scuola

E’ stata una vera festa quella di stamani al nuovo campo scuola di Arezzo. L’occasione era la cerimonia di chiusura e quindi le premiazioni dei Campionati studenteschi 2016 – 2017.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   19 maggio 2017 13:55  |  Pubblicato in Sport, Altri sport, Arezzo


Musica e colori. Gli sport più diversi. Centinaia di ragazze e ragazzi. E’ stata una vera festa quella di stamani al nuovo campo scuola di Arezzo. L’occasione era la cerimonia di chiusura e quindi le premiazioni dei Campionati studenteschi 2016 – 2017. La sfilata, sulla pista di atletica, delle delegazioni delle cinque vallate ha aperto la manifestazione con i saluti di Estra, Coni e mondo della scuola. Quindi esibizioni e spettacoli coreografici.

Estra ha consentito, con la sua partecipazione, la ripresa dei campionati: “sulla scia – ha ricordato il Presidente Francesco Macrì – dei mitici Giochi della Gioventù che sono entrati nel patrimonio dei migliori ricordi di moltissimi di studenti. Estra ha deciso di sostenerli perché è un’azienda nazionale che non rinuncia alle sue radici territoriali. Questi campionati e questa giornata sono nel segno dello sport, della socialità e del divertimento”.

Il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Roberto Curtolo, ha sottolineato come l’attività sportiva “sia un modo diverso di fare e di stare a scuola” e il Dirigente del Liceo Colonna, Maurizio Gatteschi, ha aggiunto che “lo sport è un modo per aggregare e superare ogni tipo di differenze, etniche e di genere. La scuola deve sempre organizzare momenti di aggregazione sportiva”.

E il valore dello sport, infine, è stato sottolineato dal Delegato provinciale del Coni, Giorgio Cerbai, che ha anche ringraziato Estra per il suo determinante aiuto allo svolgimento dei Campionati studenteschi.



“Motore” dell’iniziativa l’Ufficio educazione fisica e sportiva del Provveditorato aretino. La professoressa Antonella Bianchi: “per il mondo della scuola la festa di oggi ha un significato molto importante. Innanzitutto vuol dire ribadire la funzione e i benefici dello sport per le scuole e per gli studenti. In una società iper-digitalizzata in cui le persone fanno sempre meno attività motoria, anche i più giovani tendono a muoversi meno e a non prendere cura del proprio benessere. Grazie ai Campionati Studenteschi al termine della quinta superiore molti giovani imparano sport individuali e di gruppo. Tutto questo può essere possibile finché ci saranno i Campionati Studenteschi e i Progetti Motori”.

Il bilancio di questa edizione dei Campionati Studenteschi di Arezzo è stato particolarmente positivo. La partecipazione registrata è stata la più alta degli ultimi tre anni: 54 istituzioni scolastiche (100%); 37 Comuni (100%); oltre 13mila gli studenti partecipanti (+ 416 rispetto allo scorso anno); 194 gare in tutto (+ 73); 29 discipline sportive (+ 8); 200 professori coinvolti (+ 40).

blog comments powered by Disqus