La Cava e Anselmi presentano una proposta irrevocabile di acquisto per l’Arezzo

Nessuna offerta per l’azienda Arezzo. La Cava, Anselmi e Orgoglio Amaranto hanno presentato una proposta irrevocabile di acquisto.

Matteo Marzotti
Matteo Marzotti
Invia per email  |  Stampa  |   16 aprile 2018 12:50  |  Pubblicato in Sport, Calcio

Articoli correlati



E’ scaduto alle 12 il termine per presentare un’offerta da parte dei soggetti interessati a rilevare l’azienda Arezzo. E alle 12,29 è stata depositata una proposta irrevocabile di acquisto presso la cancelleria del tribunale di Arezzo. E’ quella di Giorgio La Cava, Massimo Anselmi e Orgoglio Amaranto.

La proposta era corredata da tre assegni per un importo complessivo di 62mila euro. L’offerta prevede inoltre 200mila euro di investimenti per la gestione ordinaria e quindi la prosecuzione dell’esercizio provvisorio. La Cava e Anselmi sarebbero poi disponibili a saldare la debitoria sportiva una volta entrati in possesso della società. Nella lettera sono stabilite anche le quote sociali: 79 per cento per Giorgio La Cava, 20 per cento per Massimo Anselmi e uno per cento Orgoglio Amaranto. Adesso la parola passa al tribunale.



Alle 16 circa i curatori fallimentari terranno una conferenza stampa allo stadio. L’offerta presentata questa mattina a come termine ultimo le ore 12 del 4 maggio.

Siamo in attesa che ci sia il riscontro da parte del tribunale per costituire una newco” ha dichiarato Anselmi all’uscita.

Stamani il primo ad arrivare in tribunale era stato Giorgio La Cava: l’imprenditore legato a Ermanno Pieroni aveva fatto il suo ingresso alle 11,15. Circa mezz’ora dopo era arrivato anche Massimo Anselmi, l’imprenditore del settore moda. Poi il clima dell’attesa ha iniziato a farsi palpabile, fino alla notizia giunta dopo mezzogiorno.

Articoli correlati:
Parlano i curatori. Alle 16 conferenza stampa allo stadio

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus